Autorizzazioni edilizie

A.P. : arch. Loretta Granzotto

sede via Biondi, 8, piano secondo - 95131 Catania

tel. 095 7422037 e fax 0957422045

e-mail: loretta.granzotto@comune.catania.it

Giorni di ricevimento: martedì dalle 09.00 alle 13.00 e giovedì dalle 15.30 alle 18.00.

AVVISO PER GLI UTENTI: Per motivi organizzativi e fino a nuovo avviso,  il Servizio Attuazione della Pianificazione sospenderà temporaneamente il ricevimento del pubblico del venerdì, mantenendo regolarmente l'apertura degli uffici il martedì dalle 9.00 alle 13.00 ed il giovedì dalle 15.30 alle 18.00.

A cosa e quando servono:

Sono obbligatorie prima dell'esecuzione di interventi di manutenzione straordinaria e restauro degli edifici, nonché per il cambio di destinazione d'uso di unità immobiliari, per la costruzione di recinzioni, di garages interrati, di locali tecnici e di altre pertinenze di edifici esistenti.

Nel caso si intendano eseguire soltanto opere interne, che non modificano i prospetti sugli spazi pubblici, non comportano aumento della superficie utile, né incremento delle unità immobiliari, e sempre che l'immobile non sia vincolato ai sensi delle leggi 1497 e 1089/39, non è necessaria l'autorizzazione, ma basta inviare una comunicazione ai sensi dell'art.9 della L.R. n.37/85, accompagnata da una relazione asseverata da un tecnico abilitato, che si assuma le responsabilità indicate nel predetto articolo di legge.

Infine, per le opere di manutenzione ordinaria degli edifici, quali sono le riparazioni e le sostituzioni senza modifiche degli elementi di finitura, non è necessaria né l'autorizzazione né la comunicazione.

Come richiederle:

Occorre produrre la seguente documentazione:

Richiesta di Autorizzazione edilizia ai sensi degli artt. nn. 5 e 10 della L.R. n. 37/85 – dell'art.  n. 9 della L. 122/89 -  dell’art. 20  della L.R. n. 4/2003:

Al Comune di Catania - Direzione Urbanistica e Gestione del Territorio, si dovrà inoltrare:

1) Domanda di autorizzazione edilizia in bollo da Euto 16,00, sottoscritta dal proprietario (o altro avente titolo), ai sensi dell'art. 36 L.R. 27 dicembre 1978, n. 71 e successive modifiche, contenente gli estremi di identificazione catastale dell'area interessata dal progetto, i dati anagrafici e il codice fiscale propri e del progettista, nonché l'indirizzo prescelto per ogni successiva comunicazione da parte degli Uffici del Comune.

All'istanza di autorizzazione edilizia dovranno essere allegati: 

Copia dell'istanza sarà restituita timbrata e siglata all'atto della presentazione all'Ufficio Protocollo della ' Direzione, Urbanistica e Gestione del Territorio.

2) Titolo di proprietà, o altro titolo valido, in copia di tutte le aree o immobili indicati nella domanda e dichiarazione sostitutiva atto di notorietà (ai        sensi della legge Bassanini) in cui si dichiara che non si sono avute mutazioni del diritto di proprietà rispetto all'atto depositato.

3) Progetto dell'intervento in unico foglio piegato a libretto (cm. 21X 29,7) contenente inquadramento territoriale, planimetrie, prospetti, sezioni   

significative (almeno due ortogonali) e quant'altro necessario per consentire una lettura univoca dell'intera unità immobiliare oggetto dell'intervento, quotati e in scala 1/100, sia dello stato attuale sia di quello di progetto, in 4 copie oltre n° 2 copie per ogni eventuale parere da richiedere ad altri Uffici, oltre quello sanitario. Inoltre:

  • Dettagliata relazione tecnica descrittiva degli interventi da eseguire e contenente gli estremi della licenza o concessione edilizia, in 4 copie oltre n° 2  copie per ogni eventuale parere da richiedere ad altri Uffici;
  • Documentazione fotografica;
  • Planimetria e Visura Catastale aggiornata ad una data non superiore a mesi sei; 
  • Copia del certificato di conformità/di abitabilità o agibilità; 
  • Regolarità urbanistica/titoli abilitativi (Concessione edilizia in sanatoria); 
  • Certificato di destinazione urbanistica a comprova della fattibilità dell'intervento edilizio proposto; 
  • Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà con cui si attesti che l'immobile non è oggetto di sanatoria edilizia, nel caso in cui l'immobile sia oggetto  di richiesta di concessione edilizia in sanatoria ancora in itinere, il richiedente dovrà indicare gli estremi di.presentazione della relativa istanza  allegata  o copia della concessione edilizia in sanatoria; 
  • Dichiarazione del tecnico da cui si evince che l'intervento non rfientra nei casi in cui, ai sensi della : 37/08 e s.m.i., non è necessario il deposito del  progetto relativo agli impianti, ovvero progetto dell'impianto elettrico, redatto in duplice copia, a firma di tecnico ebilitato; 
  • Dichiarazione del tecnico, in duplice copia su carta intestata, in conformità a quanto stabilito dall'art. 1.4 della L. 13/89 e che gli elaborati sono conformi alle disposizioni della suddetta legge e del D.M. n. 236 del 14706/89;
  • Copia della conformità strutturale rilasciata dal Genio Civile di Catania; 
  • Autocertificazione antimafia – art. 46 del D.P.R. n. 445/2000;
  • Autocertificazione di insussistenza di reati – art. 416 bis, 648 bis e 648 ter del C.P. (di tutti gli aventi diritto), con allegata fotocopia del documento di riconoscimento;
  • Nulla-Osta degli Enti Competenti (Soprintendenza BB.CC.AA., Genio Civile, Ente A.S.I., Ferrovie dello Stato);
  • Copia della conformità strutturale rilasciata dal Genio Civile;
  • Copia dell'attestato dell'avvenuto deposito all'Ufficio del Genio Civile e del collaudo delle strutture in c.a./mancanza di pregiudizio statico; 
  • Parere della Direzione Ecologia ed Ambiente in merito alla Relazione di Impatto Acustico o Valutazione previsionale del Clima Acustico o Valutazione previsionale di rispetto dei requisiti acustici passivi degli edifici di cui al Regolamento comunale per la tutela dall'inquinamento acustico
  • Conformità del progetto alle misure di prevenzione e protezione  dai rischi di caduta dall’alto, in caso di coperture, di cui al Decreto 5/9/2012 dell’Ass. Reg. della Salute; 
  • Deposito del progetto relativo agli impianti ai sensi della Legge 46/90 con attestazione di versamento di € 103,29, per diritti di segreteria, o dichiarazione del tecnico che l'intervento non rientra fra i casi per cui è prescritto il deposito del progetto; 
  • Progetto ai sensi della L. 10/91 per il contenimento dei consumi energetici; 
  • Dichiarazione del tecnico che il progetto è conforme alle disposizioni per l'abbattimento delle barriere architettoniche ai sensi della L. 13/89 e successive modifiche e integrazioni; 
  • Computo metrico estimativo, in base al vigente prezzario regionale per le opere pubbliche, dei lavori da eseguire nonché computo delle superfici e volumi lordi, per il calcolo del conguaglio degli oneri concessori; 
  • Assenso condominiale o dei comproprietari, nel caso di interventi su parti comuni; 
  • Attestazione di versamento dei diritti di segreteria (2); 
  • Attestazione di versamento dei diritti sanitari (3); 
  • Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà attestante, che le aree oggetto d'intervento non sono vincolate a parcheggio o interessate da provvedimenti repressivi comportanti l'acquisizione al patrimonio Comunale;
  • Trasmissione su supporto digitale ( CD / DVD ) di tutti gli atti (progetti e documenti); 

L'Ufficio si riserva di richiedere eventuale ulteriore documentazione in funzione dei singoli casi. .

L'istanza di autorizzazione edilizia ad eseguire i lavori, completa di tutta la documentazione che ne attesta i presupposti,  si intende accolta qualora l’Ufficio non si pronunci nel termine di sessanta giorni dalla presentazione della stessa. In tal caso il richiedente puo' dare corso ai lavori dandone comunicazione del loro inizio (art. 5 della L.R. n° 37/85). E’fatta salva la facoltà dell'Amministrazione di formalizzare il provvedimento, ove ne sussista la necessità .

La stessa documentazione deve essere presentata per la Dichiarazione di Inizio Attività (D.I.A).


ALLEGATO DIRITTI DI SEGRETERIA

(1) - Vincolo a parcheggio > Euro 103,29
- Deposito impianti > Euro 103,29

(2) - > Euro 51,65 per manutenzione straordinaria o restauro conservativo;
- > Euro 103,29 per cambio di destinazione d'uso;
- > Euro 30,99 per frazionamento per ogni unità derivata;
- > Euro 25,82 per recinzione.
Versamenti su C.C.P. n. 17666959, intestato Tesoreria Comunale di Catania, (specificare la causale).

DIRITTI SANITARI - (3) -
Su C.C.P. n. 49436850, intestato Azienda U.S.L. n. 3, Via S. Maria La Grande n. 5, CATANIA -
- Pareri su progetti relativi a nuove costruzioni residenziali o su progetti di varianti e ristrutturazione > Euro 80,00.
- Pareri su progetti relativi a nuove costruzioni, diverse dal residenziale <=200 mq., concernenti: uffici, negozi, attività di servizio, attività commerciali, alberghi,pensioni-complessi ricettivi comprese varianti o cambio       destinazioni d'uso - € 180,00 (100 mq in più o frazione € 40,00); Piani di lottizzazione, opere di urbanizzazione e relative varianti, < =2000 mq. Euro 300,00, (2000-10.000 mq. € 400,00), (>10.000 mq. € 600,00);
- Nuove costruzioni o varianti ad uso di attività artigianali o industriali compresi annessi quali uffici, alloggi custode, locali espositivi, ecc.;
- Trivellazioni pozzi, Coperture a tetto, Euro 65,00.
- Autorizzazioni edilizie , da € 50,00 (vedi Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana, parte 1° n°32 - 18/.7/2003)
- Tombe e mausolei, (sino a 15 loculi € 90,00- per ogni loculo in più - € 5,00):
- Pareri su progetti di opere pubbliche:
- per progetti sino a <=260,000 € = Euro 130,00
- per progetti da <=320,00 € - = Euro 160,00
- per progetti <=2,5 milioni € = Euro 350,00
- per progetti <=5 milioni € = Euro 500,00
- per progetti > 5 milioni € = Euro 1.000,00

N.B.- PER ALTRE PRESTAZIONI, VEDASI TABELLA SPECIFICA -
VERSAMENTI ONERI URBANISTICI, articoli 5 e 6 Legge 10/1977
Su C.C.P. n. 18168955, intestato a Comune di Catania, Tesoreria Comunale
Sul retro indicare:

a) Oneri di Urbanizzazione
b) Costo di Costruzione


VERSAMENTI CONCESSIONE EDILIZIA AI SENSI DELL'ART. 13 LEGGE 47/85
C.C.P. n° 18172957, INDICARE LA CAUSALE -


VERSAMENTI, ART. 18 e 20 LEGGE REGIONALE n°4 del 16/04/2003
C.C.P. 18168955, INDICARE LA CAUSALE


VERSAMENTO su C/C postale n° 12202958, Intestato "Ufficio provinciale di Cassa Regionale del Banco di Sicilia di Catania", Causale del versamento "somma pari al 20% dell'incremento di valore catastale dei locali oggetto di recupero abitativo ex art.18 L.R. 4/2003 da imputare al capitolo n° 1990 Capo 21° del bilancio regionale".

- Per i cambi d'uso, calcolo degli oneri di urbanizzazione e del costo di costruzione.

- Ricevuta di versamento sul CC postale n.17666959 intestato a "Comune di Catania, Tesoreria comunale" di una somma di lire 51.65 (103,29 per i cambi d'uso), per la seguente causale: "diritti di segreteria per il rilascio di autorizzazioni edilizie". 

Tutti i documenti e certificazioni sostituibili con dichiarazione sostitutiva di atto notorio, ai sensi della legge Bassanini, possono essere sostituiti con unica dichiarazione nel contesto della domanda stessa.

Ai sensi delle leggi vigenti l'autorizzazione per lavori di manutenzione straordinaria si intende rilasciata per silenzio-assenso, qualora l'Ufficio non abbia dato nessuna risposta entro il termine di 60 giorni dalla presentazione della domanda. Quanto sopra non vale per i cambi di destinazione d'uso e per gli immobili vincolati ai sensi delle leggi 1497 e 1089/39.

Per gli immobili vincolati dalle leggi 1497 e 1089/39 e per quelli ricadenti nella zona "A" del PRG (centro storico) occorre il preventivo nulla-osta della Soprintendenza BB.CC.AA.

 

N.B. :

  • Ai sensi della vigente normativa, il termine per la conclusione dei procedimenti su istanza di parte, è di giorni trenta.

     

    Richiesta di Accertamento di conformità ai sensi dell’art. 36 del D. Lgs 380/01.


    Al Comune di Catania - Direzione Urbanistica e Gestione del Territorio, si dovrà inoltrare:

    1) Domanda di autorizzazione edilizia in bollo sottoscritta dal proprietario (o altro avente titolo), ai sensi dell'art. 36 L.R. 27 dicembre 1978, n. 71 e successive modifiche, contenente gli estremi di identificazione catastale dell'area interessata dal progetto, i dati anagrafici e il codice fiscale propri e del progettista, nonché l'indirizzo prescelto per ogni successiva comunicazione da parte degli Uffici del Comune.

    All'istanza di autorizzazione edilizia dovranno essere allegati: 

    • elenco degli elaborati e documenti presentati in doppia copia;
    • attestazioni di versamenti dei "diritti di segreteria" (1) - "diritti sanitari" (3);
    • copia dell'istanza sarà restituita timbrata e siglata all'atto della presentazione all'Ufficio Protocollo della ' Direzione, Urbanistica e Gestione del Territorio;

    2) Titolo di proprietà, o altro titolo valido, in copia di tutte le aree o immobili indicati nella domanda e dichiarazione sostitutiva atto di notorietà (ai sensi della legge Bassanini) in cui si dichiara che non si sono avute mutazioni del diritto di proprietà rispetto all'atto depositato.

    3) Progetto dell'intervento in unico foglio piegato a libretto (cm. 21 x 29,7) contenente inquadramento territoriale planimetrie, prospetti, sezioni significative (almeno due ortogonali) e quant'altro necessario per consentire una lettura univoca dell'intera unità immobiliare oggetto dell'intervento, quotati e in scala 1/100, sia dello stato attuale sia di quello di progetto, in 4 copie oltre n° 2 copie per ogni eventuale parere da richiedere ad altri Uffici, oltre quello sanitario. Inoltre: 

    • Dettagliata relazione tecnica descrittiva degli interventi da eseguire e contenente gli estremi della licenza o concessione edilizia, in 4 copie oltre n° 2 copie per ogni eventuale parere da richiedere ad altri Uffici; 
    • Documentazione fotografica; 
    • Planimetria e Visura Catastale aggiornata ad una data non superiore a mesi sei;
    • Copia del certificato di conformità/di abitabilità o agibilità; 
    • Regolarità urbanistica/titoli abilitativi (Concessione edilizia in sanatoria); 
    • Certificato di destinazione urbanistica a comprova della fattibilità dell'intervento edilizio proposto; 
    • Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà con cui si attesti che l'immobile non è oggetto di sanatoria edilizia, nel caso in cui l'immobile sia oggetto di richiesta di concessione edilizia in sanatoria ancora in itinere, il richiedente dovrà indicare gli estremi di.presentazione della relativa istanza   allegata o copia della concessione edilizia in sanatoria;
    • Dichiarazione del tecnico da cui si evince che l'intervento non rfientra nei casi in cui, ai sensi della : 37/08 e s.m.i., non è necessario il deposito del progetto relativo agli impianti, ovvero progetto dell'impianto elettrico, redatto in duplice copia, a firma di tecnico ebilitato; 
    • Dichiarazione del tecnico, in duplice copia su carta intestata, in conformità a quanto stabilito dall'art. 1.4 della L. 13/89 e che gli elaborati sono conformi alle disposizioni della suddetta legge e del D.M. n. 236 del 14706/89;
    • Copia della conformità strutturale rilasciata dal Genio Civile di Catania; 
    • Autocertificazione antimafia – art. 46 del D.P.R. n. 445/2000; 
    • Autocertificazione di insussistenza di reati – art. 416 bis, 648 bis e 648 ter del C.P. (di tutti gli aventi diritto), con allegata fotocopia del documento di riconoscimento; 
    • Nulla-Osta degli Enti Competenti (Soprintendenza BB.CC.AA., Genio Civile, Ente A.S.I., Ferrovie dello Stato);  
    • Copia della conformità strutturale rilasciata dal Genio Civile; 
    • Copia dell'attestato dell'avvenuto deposito all'Ufficio del Genio Civile e del collaudo delle strutture in c.a./mancanza di pregiudizio statico; 
    • Parere della Direzione Ecologia ed Ambiente in merito alla Relazione di Impatto Acustico o Valutazione previsionale del Clima Acustico o Valutazione previsionale di rispetto dei requisiti acustici passivi degli edifici di cui al Regolamento comunale per la tutela dall'inquinamento acustico
    • Conformità del progetto alle misure di prevenzione e protezione  dai rischi di caduta dall’alto, in caso di coperture, di cui al Decreto 5/9/2012 dell’Ass. Reg. della Salute; 
    • Deposito del progetto relativo agli impianti ai sensi della Legge 46/90 con attestazione di versamento di € 103,29, per diritti di segreteria, o dichiarazione del tecnico che l'intervento non rientra fra i casi per cui è prescritto il deposito del progetto;
    • Progetto ai sensi della L. 10/91 per il contenimento dei consumi energetici; 
    • Dichiarazione del tecnico che il progetto è conforme alle disposizioni per l'abbattimento delle barriere architettoniche ai sensi della L. 13/89 e successive modifiche e integrazioni; 
    • Computo metrico estimativo, in base al vigente prezzario regionale per le opere pubbliche, dei lavori da eseguire nonché computo delle superfici e volumi lordi, per il calcolo del conguaglio degli oneri concessori; 
    • Assenso condominiale o dei comproprietari, nel caso di interventi su parti comuni; 
    • Attestazione di versamento dei diritti di segreteria (2); 
    • Attestazione di versamento dei diritti sanitari (3); 
    • Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà attestante, che le aree oggetto d'intervento non sono vincolate a parcheggio o interessate da provvedimenti repressivi comportanti l'acquisizione al patrimonio Comunale;
    • Trasmissione su supporto digitale (CD/DVD) di tutti gli atti (progetti e documenti) in formato .pdf; 

    L'Ufficio si riserva di richiedere eventuale ulteriore documentazione in funzione dei singoli casi.


    Sulla richiesta di accertamento di conformità il dirigente o il responsabile del competente ufficio comunale si pronuncia con adeguata motivazione, entro sessanta giorni decorsi i quali la richiesta si intende rifiutata (art. 36 D.P.R. 380/01) .


     

     

    Dove richiederle:

    Direttamente al protocollo della  Direzione "'Urbanistica e Gestione del territorio", 1° Servizio "Attuazione della pianificazione" Stanza 209 , gruppo autorizzazioni, al 2° piano , in via Biondi 8.

    L'Ufficio si trova al 2° piano dello stesso palazzo, tel.095-7422037  A.P. Responsabile arch. Loretta Granzotto

    Il "Front-Office" con sede in via Antonino di Sangiuliano, 166 , riceve nei giorni lavorativi, al servizio degli utenti dalle ore 9,00 alle ore 12,00 di martedì e venerdì e dalle 15.30 alle 18.00 il giovedì , per eventuali informazioni e la modulistica delle istanze di autorizzazione o concessione.

    La Soprintendenza BB.CC.AA. ha sede in via L.Sturzo 62, tel.095/530118.

     

    D.I.A. Dichiarazione di inizio Attività

    Funzionario responsabile: geom. Francesco Ranno

    tel. 095 7422022

    I giorni di ricevimento sono: martedì dalle  9.00 alle 13.00 e giovedì dalle 15.30 alle 18.00.

    Come richiederla:

    modello istanza D.I.A.

    documenti da allegare all'istanza  D.I.A

    La documentazione allegata dovrà essere corredata di n. 1 CD  per archivio informatico, in applicazione del Piano di Prevenzione della corruzione e dell'illegalità. L. 6/11/2012 n. 190 -  Misure di prevenzione lettera c.

    certificazione collaudo finale

     

     

    S.C.I.A. Segnalazione Certificata Inizio Attività

     

    modello istanza S.C.I.A.

    documenti da allegare alla S.C.I.A.

    La documentazione allegata dovrà essere corredata di n. 1 CD  per archivio informatico, in applicazione del Piano di Prevenzione della corruzione e dell'illegalità. L. 6/11/2012 n. 190 -  Misure di prevenzione lettera c.

     


    Comunicazione inizio lavori opere interne

     

    Realizzazione di impianti fotovoltaici

    Si informa l'utenza che le istanze e la documentazione relative agli impianti fotovoltaici ai sensi del D.L.  3 marzo 2011 n. 28 - D.P. 18 luglio 2012, n. 48 e s.m.i. dovranno essere presentate direttamente alla competente Direzione Ecologia e Ambiente - Ufficio Risparmio  Energetico L.10/91 - Sicurezza negli impianti DM 37/08.