Home » Informazioni e servizi al cittadino » Comunicati Stampa » Comune: il saluto al vicesegretario generale, in pensione dopo 40 anni senza un solo giorno di assenza

Comune: il saluto al vicesegretario generale, in pensione dopo 40 anni senza un solo giorno di assenza

Categoria: Ufficio Stampa

Vi chiedo scusa per il mio imbarazzo, ma mi rendo conto che sto paralizzando l'attività di molti uffici”.
Queste le parole del vicesegretario generale del Comune di Catania Salvatore Nicotra, in pensione dopo quarant'anni di attività senza un solo giorno d’assenza dal servizio, durante la cerimonia organizzata per salutarlo nella Sala del Consiglio di Palazzo degli elefanti.
Già il sindaco Enzo Bianco aveva sottolineato come fosse “inconsueto per un collocamento a riposo un saluto così solenne, in un'aula così gremita, ma così come è giusto denunciare i dipendenti fannulloni che gettano cattiva luce su tutta la Pubblica Amministrazione, è doveroso elogiare e ringraziare un dirigente che, come Turi Nicotra, ha dedicato la propria vita al lavoro, senza mai prendere un giorno di malattia e regalando alla città ben 239 giorni di ferie non godute”.
Saluti calorosi a Nicotra anche dal presidente del Consiglio comunale Francesca Raciti, che lo ha ringraziato “per il sostegno e la vicinanza e per le emozioni di questa giornata davvero speciale”, dal direttore generale Antonella Liotta e dal direttore del Personale Valerio Ferlito. Presenti alla cerimonia gli assessori della Giunta, molti consiglieri comunali, dirigenti, funzionari e i familiari di Nicotra, compreso il padre, di 91 anni, visibilmente commosso.
Salvatore Nicotra, che nei giorni scorsi aveva ricevuto dal Sindaco un altro encomio solenne, il terzo della sua carriera, ha ricevuto dalle mani del sindaco Bianco l'elefantino simbolo della città, e ha ringraziato per gli attestati di stima e benevolenza tutti i presenti: i rappresentanti dell’Amministrazione, i consiglieri, i suoi più stretti collaboratori (che gli hanno tributato una speciale pergamena), con la moglie e il papà “che ha lavorato per quarant'anni come funzionario Enel, senza mai prendere un giorno di malattia, ricevendo per questo una medaglia d'oro”.
Il curriculum del dottore Nicotra, sposato con la signora Rossella e padre di due figli, Pietro e Adele, è di tutto rispetto: laureato in Scienze politiche, dal 1986 a oggi è stato direttore dell’Ufficio del Segretario generale e ha ricoperto, ad interim, la carica di direttore del settore Famiglia e Politiche sociali e dell’Ufficio traffico urbano, dall’ottobre del 2007 al febbraio del 2008, è stato anche Segretario generale reggente, presidente della Commissione edilizia e del Nucleo di Valutazione oltre che componente del Collegio di Difesa. Nel suo curriculum, oltre alla partecipazione a numerosi corsi di formazione, anche alla Bocconi, due encomi solenni da parte del sindaco Enzo Bianco nel 1996 e del vicesindaco Paolo Berretta nel 1997.
Nicotra è stato anche direttore per due anni – dal 2003 al 2005 per nomina prefettizia - del Comune di San Giovanni La Punta, sciolto per mafia, e segretario generale dell’Istituto per ciechi Ardizzone Gioeni.
Due le passioni, oltre al lavoro e alla famiglia: il calcio – da giovane militò in diverse formazioni di Prima Divisione – e il ciclismo praticato: ancor oggi considera la bicicletta la sua migliore amica.

10/04/2014

News