Barriere Architettoniche

Legge 13.89, Barriere Architettoniche: norme e modulistica

Pubblicato il:

28 gennaio 2016

Ultima revisione:

5 novembre 2021

 

DESCRIZIONE

La Legge 9 gennaio 1989 n.13  prevede l’erogazione annuale di contributi per l’eliminazione di barriere architettoniche negli edifici privati. I contributi possono essere concessi per interventi su immobili privati già esistenti ove risiedono, in forma effettiva stabile ed abituale, disabili con menomazione o limitazione funzionali permanenti.
I contributi sono concessi anche per l’acquisto d’attrezzature finalizzate a rimuovere gli ostacoli onde facilitare l’accesso agli immobili adibiti a centri o istituti residenziali per l’assistenza.


CHI PUO’ BENEFICIARE DEL CONTRIBUTO

  • I Disabili con menomazione o limitazione funzionali permanenti di carattere motorio ed i non vedenti;
  • Coloro i quali abbiano a carico persone con disabilità permanente;
  • I Condomini ove risiedono le suddette categorie di beneficiari;
  • I Centri o istituti residenziali destinati all’assistenza di persone con disabilità.

N.B. i lavori devono essere eseguiti dopo la presentazione della domanda

 

CHI PUO’ PRESENTARE LA DOMANDA DI CONTRIBUTO

 

  • il portatore di handicap
  • l’esercente la potestà o la tutela sul soggetto portatore di handicap


COSA OCCORRE PRESENTARE

  • Domanda in bollo, da presentare entro il 1° marzo di ogni anno solare, indirizzata al Sindaco del Comune in cui è sito l’immobile;
  • Descrizione sommaria delle opere e della spesa prevista;
  • Certificato medico, in carta libera attestante l’handicap;
  • Certificato d’invalidità rilasciato dalla competente ASP, attestante l’invalidità totale con    difficoltà di deambulazione;
  • Autocertificazione contenente:
  1. Indirizzo completo di ubicazione dell’immobile dove risiede il richiedente;
  2. descrizione degli ostacoli;
  3. attestazione dei requisiti soggettivi, necessari alla concessione del contributo;
  4. attestazione che l’opera non è stata ancora eseguita e di avere, o non avere altre richieste di contributo. in atto, per lo stesso intervento;

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

Il contributo è erogato in rapporto alla spesa sostenuta:

  1. Spesa fino a € 2.582,28: contributo al 100%;
  2. Spesa da € 2.582,28 a €12.911,42: contributo di € 2.582,28 più il 25% della rimanente spesa che eccede i primi € 2.582,28 [Esempio: su una spesa sostenuta di € 7.746,85 il contributo è pari a € 2.582,28 + € 1.291,14 (25% dell’eccedenza di € 5.164,57) = € 3.873,42]
  3. Spesa dai €12.911,42 ai € 51.645,69: contributo di € 5.164,57 più il 5% della spesa che eccede i primi €12.911,42 [Esempio: su una spesa sostenuta di € 28.405,13 il contributo è pari a € 5.164,57 + € 774.69  (5% dell’eccedenza di  € 15.493,71) = € 5.939,26]


Dove Rivolgersi:   COMUNE DI CATANIA  - Direzione Lavori Pubblici – Infrastrutture – Mobilità – Servizi Cimiteriali – Lavori a danno 
Responsabile delle procedure istruttorie: Geom. Michele Parisi Indirizzo    Via Torquato Tasso n.1 - Catania
Orario di ricevimento    lunedì e mercoledì, dalle 9.00  alle 12.00 Tel.    095 7425362 – 095 7425262 (Segreteria di Direzione) 
 


 Modulistica

 


Normativa di riferimento

  1. Legge 09.01.1989, n.13
  2. Circolare Ministero LLPP 22.06.1989, n. 1669-UL
  3. Circolare Regionale n.12 del 30.07.2007