Presentazione


Progetti


Cronoprogramma


Stato Attuazione


Emergenza Covid-19
normativa e provvedimenti
per l’emergenza sanitaria


 

Documenti


    Protocollo d’intesa


    Sistema di Gestione

    e Controllo


    Ammissibilità



    Altri

Patto per lo sviluppo della Città di Catania

.

Dotazione finanziaria: € 335 Mil.
Progetti ammessi: n. 67
Totale importo progetti: € 160 Mil


Agg. 26/03/2020
 

Il finanziamento destinato alla nostra città dal "Patto per lo sviluppo della città di Catania" per € 335 milioni è utilizzato per intervenire in 5 settori strategici: le infrastrutture, l'ambiente, lo sviluppo economico, il turismo e la cultura, la sicurezza e le politiche sociali. In particolare si stanno realizzando progetti con i seguenti obiettivi:

1. Infrastrutture
Migliorare la mobilità urbana ed i collegamenti con le aree interne per assicurare pari accessibilità alle diverse aree e promuoverne lo sviluppo economico. Alcuni interventi sono integrati con l’area metropolitana e con l'area portuale.

2. Ambiente
Soluzione della procedura di infrazione riguardante i reflui urbani con la  realizzazione di un idoneo impianto di depurazione; messa in sicurezza dei canali e i corsi d’acqua che attraversano la città; realizzazione di “spine verdi” (vialetti pedonali e piste ciclabili) nel quartiere Librino.

3. Sviluppo economico
La crescita del sistema d’impresa e l’occupazione sono sostenute rendendo più efficiente la gestione dei servizi pubblici locali per mezzo di  tecnologie innovative (Smart City); riqualificando la rete viaria della zona ASI (Area Sviluppo Industriale; creando un’Agenzia per il rilancio delle attività economiche e delle idee (Agenzia Vulcano).

4. Turismo e cultura
Rifunzionalizzazione della rete museale della città; manutenzione e valorizzazione delle strutture culturali ed artistiche di maggior rilievo compreso il PalaNesima; realizzazione del Teatro Moncada a Librino.


5. Sicurezza e Politiche Sociali
Realizzazione di orti sociali urbani; interventi di messa in sicurezza delle scuole, info-mobilità e rinnovamento delle flotte per il trasporto urbano; corsie protette e nodi di interscambio, mobilita lenta (piste ciclabili), servizi per l’inclusione sociale degli immigranti in emergenza abitativa estrema e attivazione di nuovi servizi in aree degradate; recupero di immobili da adibire ad alloggi.

 

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Politica sui cookies