La forte richiesta di sicurezza da parte della cittadinanza catanese porta in primo piano la posizione dell'operatore di Polizia Municipale, che diventa sempre più il "poliziotto della devolution". 

Molteplici sono gli ambiti in cui oggi la Polizia Locale è intervenuta per la repressione di atti delittuosi: dall'abuso edilizio alla microcriminalità diffusa, dal commercio illecito di beni e servizi all'immigrazione clandestina, dalla violazione delle norme penali della circolazione stradale (guida senza patente, in stato di ebbrezza o di alterazione da sostanze psicotrope) al "bullismo", dallo spaccio di sostanze stupefacenti alle occupazioni abusive di immobili. 

In tal senso, sono certamente degni di rilievo i risultati ottenuti nel contrasto alla criminalità, soprattutto in considerazione del fatto che le funzioni principali dell'operatore di P.M. sono pertinenti a favorire la mobilità, tra l'altro in un contesto ad alta densità di traffico veicolare come quello catanese. 

In particolare, la Polizia Municipale ha accertato e comunicato all'Autorità Giudiziaria illeciti penali in materia di:

  • circolazione stradale;
  • delitti contro la Pubblica Amministrazione;
  • delitti contro la fede pubblica;
  • reati contro il patrimonio;
  • reati in materia di ambiente e di edilizia.

Leggi tutto