Controllo entrate – Procedure rilascio titoli – Certificazioni edilizie

Attività della P.O. Controllo entrate – Procedure rilascio titoli – Certificazioni edilizie

Pubblicato il:

27 ottobre 2017

Ultima revisione:

19 novembre 2021

 

Direttore: Ing. Biagio Bisignani
direttore.urbanistica@comune.catania.it 

PEC: comune.catania@pec.it
INFO POINT tel. 0957422045

P.O. dott. Davide Crimi.
Ricevimento:  

Lo Sportello Unico per l'Edilizia - SUE svolgerà l'attività di ricevimento, previa prenotazione online eseguita tramite il portale di servizi Città-Semplice, nei giorni di seguito elencati:

  • Giovedì dalle ore 8.00 alle ore 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00;
  • Venerdì dalle ore 8.00 alle 13.00.

Per l'accesso all'Agenda degli appuntamenti sulla piattaforma città-semplice è necessario essere in possesso di credenziali SPID. 
Gli incontri oggetto di prenotazione si svolgeranno unicamente in modalità video chat, per mezzo della piattaforma Google Meet con il seguente

  • ID riunione: meet.google.com/ryu-obzt-tzx.


Per prenotare un appuntamento basta collegarsi allo Sportello Unico per l'Edilizia

 

 


Diritti di Segreteria

I Diritti di Segreteria dovranno essere versati su C.C.P. n.17666959, intestato Tesoreria Comunale di Catania, specificandone la causale ovvero, mediante bonifico bancario sul codice IBAN IT18V0760116900000017666959.

Bollettino C.C. Postale Editabile  


Oneri Concessori

 

Il pagamento del contributo per gli oneri di urbanizzazione può essere effettuato:

  1. in un’unica soluzione entro trenta giorni dall'avvenuta notifica della comunicazione di positiva conclusione del procedimento, mediante versamento sul c/c postale n°18168955 ovvero, mediante Bonifico Bancario su codice IBAN  IT74H0760116900000018168955 intestato al Comune di Catania - Oneri Urbanizzazione, indicando in causale il numero e la data del Permesso di Costruire.
  2. in forma rateizzata, su richiesta della ditta, secondo le seguenti modalità:
  • Prima rata, entro trenta giorni dalla notifica della comunicazione di positiva conclusione del procedimento. La ditta dovrà produrre: ricevuta di versamento di importo pari al 25%  dell'importo complessivo, nonché polizza fidejussoria per un importo pari al rimanente 75%, prestata da una banca o da una società assicuratrice autorizzata all’esercizio del ramo cauzioni ai sensi del .D.Lgs. n. 385/93, avente come soggetto beneficiario il Comune di Catania e la durata di mesi 18 - Non verranno accettate polizze fidejussorie rilasciate da società finanziarie o similari;
  • Seconda rata, di importo pari al 25% del complessivo, entro sei mesi dalla notifica della comunicazione di positiva conclusione del procedimento;
  • Terza rata, di importo pari al 25% del complessivo, entro dodici mesi dalla notifica della comunicazione di positiva conclusione del procedimento;
  • Quarta rata, di importo pari al 25% del complessivo, entro diciotto mesi dalla notifica della comunicazione di positiva conclusione del procedimento.

 

Il pagamento del costo di costruzione può essere effettuato:

  1. entro trenta giorni dalla avvenuta notifica della comunicazione di positiva conclusione del procedimento mediante versamento sul c/c postale n. 18168955 ovvero mediante bonifico bancario sul codice IBAN IT74H0760116900000018168955 - intestato a Comune di Catania – Costo di costruzione, indicando in causale il numero e la data del Permesso di Costruire.
  2. in forma rateizzata*, su richiesta della ditta, secondo le seguenti modalità:
  • Prima rata, pari al 50% dell’intero contributo dovuto, versata all’ultimazione dei lavori a mezzo di versamento sul c/c postale/IBAN sopraindicato; la ricevuta di pagamento dovrà essere prodotta in uno alla comunicazione di fine lavori da inviarsi a questa Amministrazione a mezzo raccomandata.
  • Seconda rata, pari al restante 50%, dovrà essere versata entro 60 giorni dalla data di comunicazione di fine lavori.

*In quest'ultimo caso, la ditta dovrà produrre una polizza fidejussoria per l’intero importo dovuto e per una durata di 50 mesi, prestata da una banca o da una società assicuratrice autorizzata all'esercizio del ramo cauzioni ai sensi del D.Lgs. n.385/93, avente come soggetto beneficiario il Comune di Catania - Non verranno accettate polizze fidejussorie rilasciate da società finanziarie o similari.


Versamento importo relativo al “recupero volumetrico ai fini abitativi” (art. 5 L.R. 16/2016)

Il pagamento dell’incremento del valore catastale dei locali oggetto di recupero abitativo deve essere effettuato in un’unica soluzione entro trenta giorni dalla avvenuta notifica della comunicazione di positiva conclusione del procedimento, mediante versamento sul c/c postale n° 18168955 ovvero mediante bonifico bancario sul codice IBAN IT74H0760116900000018168955 intestato a Comune di Catania, indicando in causale: somma pari al 10% dell’incremento del valore catastale dei locali oggetto di recupero abitativo di cui al provvedimento n° …......... del …..............................

 

AVVERTENZE:

Ai sensi dell’art. 42 del D.P.R. n. 380/01, come recepito dalla L.R. n.16 del 10/08/2016, il mancato pagamento degli oneri concessori entro le scadenze sopra indicate comporterà:

  1. l'aumento del contributo in misura pari al 10 per cento, qualora il versamento dello stesso sia effettuato nei successivi centoventi giorni;
  2. l'aumento del contributo in misura pari al 20 per cento, quando, superato il termine di cui alla superiore lettera a), il ritardo si protrae non oltre i successivi sessanta giorni;
  3. l'aumento del contributo in misura pari al 40 per cento, quando, superato il termine di cui alla superiore lettera b), il ritardo si protrae non oltre i successivi sessanta giorni.

Le misure di cui alle lettere precedenti non si cumulano.

Nel caso di pagamento rateizzato le norme di cui sopra si applicano ai ritardi nei pagamenti delle singole rate.

Decorso inutilmente il termine di cui alla lettera c) il comune provvede alla riscossione coattiva del complessivo credito secondo le norme vigenti in materia di riscossione coattiva delle entrate dell'Ente a norma degli art. 2 e seguenti del testo unico delle disposizioni di legge relative alla riscossione delle entrate patrimoniali dello Stato approvato con R.D. n. 639/1910.

Oneri Concessori  


Inizio e Fine Lavori

I lavori edili approvati con Permesso di Costruire dovranno avere inizio entro un anno dalla avvenuta notifica della comunicazione di positiva conclusione del procedimento e dovranno essere ultimati entro tre anni dalla data di inizio lavori.

Il mancato rispetto dei suddetti termini comporta la decadenza del Provvedimento Concessorio.

  1. La ditta ha l’obbligo di produrre, all’atto dell’inizio del lavori:
  • comunicazione di inizio lavori nella quale dovranno essere indicati i nominativi del Direttore dei Lavori, del Responsabile della Sicurezza e dell’Impresa esecutrice nonché, di eventuali ditte subappaltatrici che dovranno sottoscrivere per accettazione la medesima comunicazione.
  • copia dell’Ordinanza di deroga ai valori limiti classe acustica della zona in cui è ubicato il cantiere, ai sensi della Legge n.447/95 e d.P.C.M. del 14/11/1997, rilasciata dalla Direzione Ecologia e Ambiente (ove richiesto nel Provvedimento Abilitativo);
  • copia dell’avvenuto deposito, tramite PEC, presso la Direzione Ecologia e Ambiente, della documentazione inerente la Legge 10/91, redatta dal progettista degli impianti (ove richiesto nel Provvedimento Abilitativo).

AVVERTENZE:

Il titolare del Permesso di Costruire deve inviare la presente comunicazione di inizio lavori prima dell’effettivo inizio degli stessi. Contestualmente, deve produrre tutta la documentazione richiesta dalle vigenti normative di legge, come indicato nella presente. Si ricorda che l’impresa esecutrice e tutte le imprese che intervengono anche successivamente nel cantiere, devono essere munite del DURC, la cui mancanza determina la sospensione dell’efficacia del permesso di costruire. L’Amministrazione comunale provvederà ad acquisire d’ufficio il DURC sulla base dei dati obbligatoriamente dichiarati dall’impresa. La mancata o incompleta presentazione dei documenti di cui ai precedenti punti comporta la sospensione dell’efficacia del presente atto.

  1. Ottemperare alle vigenti normative per strutture in zona sismica (L. 64/74 e 1086/71);
  2. Comunicare a questa Amministrazione la "fine dei lavori",  allegando la seguente documentazione predisposta dal Direttore dei lavori e dall’Impresa esecutrice, per le rispettive competenze:
  • Dichiarazione congiunta del Direttore dei Lavori e Responsabile della Sicurezza in fase di esecuzione attestante:
    • che l’Impresa esecutrice, nel compiere le fasi lavorative previste in progetto, ha osservato in maniera costante e regolare le prescrizioni attinenti alla sicurezza del cantiere previste nel piano di sicurezza e coordinamento;
    • le posizioni contributive dell’impresa per i lavori in oggetto: posizione INAIL aperta e continuativa, posizione INPS Cassa Edile (DURC);
    • che la presenza giornaliera delle maestranze impiegate in cantiere è stata conforme all’indicazione del libro matricole sottoposte alla costante visione;
    • che non si sono verificati incidenti di alcuna natura sul luogo di lavoro;
    • che non sono intervenute imprese subappaltatrici, o se sono intervenute indicarne gli estremi;
    • che non vi è stata necessità alcuna di procedere a modifiche e/o integrazioni del piano di sicurezza.
  • Dichiarazione dell’Impresa attestante la corretta gestione dei rapporti con L’Ente per il pagamento di eventuale tassa per l’occupazione degli spazi pubblici.
  • Tutta la documentazione attestante la corretta gestione dei rifiuti prodotti, accompagnata da una relazione del Direttore dei Lavori attestante la congruità del quantitativo dei rifiuti generati in relazione ai lavori eseguiti ed alla relativa previsione di progetto, come da Ordinanza del Presidente della Provincia Regionale di Catania del 10.05.2007 prot. n. 19437;
  •  Relazione conclusiva sul rispetto dei requisiti acustici passivi, ai sensi dell'art.11 del Regolamento comunale per la tutela dell'inquinamento acustico, e sulla effettuazione di verifiche della rumorosità degli impianti tecnologici a frazionamento continuo e discontinuo, ai sensi del D.P.C.M. 5/12/1997;
  • Ricevuta di versamento in caso di rateizzazione del “costo di costruzione”, assicurato da apposita fideiussoria, comprovante il pagamento della prima rata pari al 50% dell’importo totale.

Si mette a disposizione il modello seguente:

Mod.Comunicazione Fine Lavori - CFL  


Proroga Inizio/Fine Lavori

Ai sensi dell'art. 6 (recepimento art. 15 d.P.R. 380/2001) della L.R. 16/2016, i termini di inizio e fine lavori possono essere prorogati di 2 anni, previa comunicazione motivata dell'interessato da notificarsi prima della scadenza di legge dei medesimi termini.

 

Rif. Art. 6 L.R. 16/2016

Recepimento con modifiche dell’articolo 15 ‘Efficacia temporale e decadenza del permesso di costruire’del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380

  1. Nel permesso di costruire sono indicati i termini di inizio e di ultimazione dei lavori.
  2. Il termine per l’inizio dei lavori non può essere superiore ad un anno dal rilascio del titolo abilitativo e quello di ultimazione entro il quale l’opera deve essere completata non può superare tre anni dall’inizio dei lavori. I termini che precedono sono prorogati di due anni rispettivamente di inizio e ultimazione, previa comunicazione motivata dell’interessato da notificarsi prima della scadenza dei medesimi termini, a condizione che i lavori da eseguirsi non risultino in contrasto con nuovi strumenti urbanistici, approvati o adottati, salvo comunicazione della dichiarazione di inizio lavori.
  3. La proroga dei termini per l'inizio e l'ultimazione dei lavori è comunque accordata qualora i lavori non possano essere iniziati o conclusi per iniziative dell'amministrazione o dell'autorità giudiziaria rivelatesi poi infondate.
  4. La realizzazione della parte dell'intervento non ultimata nel termine stabilito è subordinata al rilascio di nuovo permesso per le opere ancora da eseguire, salvo che le stesse non rientrino tra quelle realizzabili mediante segnalazione certificata di inizio attività. Si procede altresì, ove necessario, al ricalcolo del contributo di costruzione.
  5. Il permesso decade con l'entrata in vigore di contrastanti previsioni urbanistiche, salvo che i lavori siano già iniziati e vengano completati entro il termine di tre anni dalla data di inizio.
  6. Ricorrendone le condizioni, le disposizioni di cui al comma 2 si applicano anche alle denunce di inizio attività e alle segnalazioni certificate di inizio attività.

 

Svincolo della Polizza Fideussoria

Ai fini dello svicolo della polizza fideiussoria, stipulata a garanzia del pagamento delle rate per oneri concessori, prestata da una banca o da una società assicuratrice autorizzata e avente come soggetto beneficiario il Comune di Catania, l'interessato può inoltrare apposita richiesta all'Ufficio, specificando i dati della fideiussione e del Provvedimento Concessorio di riferimento e allegando il versamento di € 120,00, quale diritti di segreteria, tramite bollettino postale su C/C n. 17666959 intestato alla Tesoreria Comunale di Catania.

 

Bollettino C.C. Postale Editabile 

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Politica sui cookies