D.I.A.

Dichiarazione di Inizio Attività

Pubblicato il:

12 giugno 2015

Ultima revisione:

3 dicembre 2021

Denuncia Inizio Attività
 
 Direttore: Ing. Biagio Bisignani
 Sede: via Biondi, 8
 INFO POINT tel. 0957422045

 mail : direttore.urbanistica@comune.catania.it
 pec: comune.catania@pec.it
Ricevimento:

Lo Sportello Unico per l'Edilizia - SUE svolgerà l'attività di ricevimento, previa prenotazione online eseguita tramite il portale di servizi Città-Semplice, nei giorni di seguito elencati:

  • Giovedì dalle ore 8.00 alle ore 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00;
  • Venerdì dalle ore 8.00 alle 13.00.

Per l'accesso all'Agenda degli appuntamenti sulla piattaforma città-semplice è necessario essere in possesso di credenziali SPID. 
Gli incontri oggetto di prenotazione si svolgeranno unicamente in modalità video chat, per mezzo della piattaforma Google Meet con il seguente

  • ID riunione: meet.google.com/ryu-obzt-tzx.


Per prenotare un appuntamento basta collegarsi allo Sportello Unico per l'Edilizia

 

 

Modelli unificati e standardizzati per la presentazione dell'istanza in materia edilizia di una D.I.A. (Denunzia Inizio Attività ai sensi del D.L. 398/93 - Legge n° 493/93 - Legge 443/2001 e s.m.i.)

In Conferenza Unificata del 4 maggio 2017 è stato siglato l’accordo tra Governo, Regioni ed enti locali sull’adozione dei modelli unificati e standardizzati per edilizia e attività commerciali. Il testo dell’accordo, con i relativi modelli unificati per edilizia e attività commerciali, è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 128 del 5 giugno 2017 – Suppl. Ordinario n. 26.
Con D.A. n. 186/Gab del 19/06/2017 dell’Assessorato Territorio ed Ambiente della Regione Siciliana, in conformità alle determinazioni della suddetta Conferenza Unificata del 04/05/2017 tra Governo, Regioni ed enti locali , sono stati approvati i moduli unificati e standardizzati per la presentazione delle segnalazioni, comunicazioni e istanze in materia edilizia, di seguito elencati:
  1. Mod.DIA - dichiarazione di inizio attività (DIA) alternativa al Permesso di Costruire, ex art. 19 e 19bis, L. n. 241 del 07/08/1990, recepito con modifiche dall'art. 10 comma 4 della l.r. n. 16/2016; Le istanze relative al Recupero Abitativo e Piano casa devono essere presentate attraverso il S.U.E. utilizzando la tipologia "SCIA2."
  2. Modello istanza DIA L.R. 16/2016 in sanatoria ai sensi dell'art. 19 della L. 241/1990, recepito dalla Regione Sicilia con L.R. n. 5 del 05/04/2014  art. 6.
  3. Mod.CFL - comunicazione di fine lavori (CFL) ex art. 6, comma 4, del DPR n. 380/2001, recepito con modifiche dall'art. 3 della l.r. n. 16/2016 e art. 22, comma 3, del DPR n. 380/2001, recepito con modifiche dall'art. 10 della l.r. n. 16/2016. Mod. CFL  - versione editabile in formato pdf - I documenti da allegare sono elencati nella sotto sezione dedicata.
  4. Certificazione di collaudo finale
  5. Mod.SCA - segnalazione certificata di agibilità (SCA) ex art. 24 del DPR n. 380/2001, recepito dinamicamente dall'art. 1 della l.r. n. 16/2016, sostituito dall'articolo 3, comma 1, lett. l) del decreto legislativo 25 novembre 2016, n. 222; 
  6. D.A. n. 186/Gab del 19/06/2017 dell’Assessorato Territorio ed Ambiente della Regione Siciliana.
  7. Dichiarazione antimafia ex art. 67  D. Lgs.  n. 159 del 6 settembre 2011 e s.m.i.;
La documentazione allegata dovrà essere corredata di n. 1 CD  per archivio informatico, in applicazione del Piano di Prevenzione della corruzione e dell'illegalità. L. 6/11/2012 n. 190 -  Misure di prevenzione lettera c.
 
 

 

Modalità di presentazione delle istanze D.I.A.

Le istanze dovranno pervenire esclusivamente attraverso il SUE, collegandosi al link:  http://etnaonline.comune.catania.it/etnaonline-portale utilizzando il modello "SCIA2 " relativamente ai procedimenti edilizii di Recupero Abitativo e Piano Casa.
 
Le istanze di CILA, SCIA e DIA che saranno trasmesse a mezzo PEC od in forma cartacea oltre il termine sopra indicato, non potranno essere accettate dal Protocollo Unico Informatico e pertanto dovranno essere ripresentate attraverso il SUE secondo le indicazioni sopra riportate. 
Al fine di agevolare la presentazione delle istanze mediante il SUE si mette a disposizione dell'Utente la Guida per la trasmissione delle pratiche edilizie attraverso il SUEvers. 6.0. (Agg. del 01.12.2021)

Documentazione da allegare alla D.I.A. secondo la tipologia di intervento   

 

Documenti ed elaborati tecnici:

  • Progetto dell'intervento costituito dai seguenti elaborati:
  • Elaborati grafici (Planimetrie, piante di rilievo e di progetto, prospetti, sezioni, piante quotate con sviluppo di superfici, volumi e rapporto aeroilluminante);
  • Relazione tecnica;
  • Documentazione fotografica;
  • Relazione di asseveramento;
  • Computo metrico estimativo, su prezzario regionale e relativo calcolo del costo di costruzione (Vedi Note);
  • Verifica e calcolo, qualora occorresse, degli oneri di urbanizzazione (Vedi Note);

 

Ulteriori Documenti: 

  • Diritti di segreteria (vedi tabella in "Note");
  • Titolo di proprietà in copia conforme o dichiarazione di atto notorio di conformità se fotocopia;
  • Delega con dichiarazione di atto notorio qualora fosse cointestato;
  • Documentazione catastale (estratto di mappa, visure catastali e planimetrie);
  • Documentazione comprovante la Regolarità Urbanistica dell’immobile;
  • Perizia giurata concernente l'epoca dell'immobile;
  • Elaborato tecnico di cui al Decreto 05/09/2012 (Prevenzione e protezione caduta dall'alto);
  • Deposito a genio civile calcoli strutturali (legge 64/74 e 1086/71); Le modalità di richiesta sono riportate nella PEC prot. 173301 del 13/05/2016 del Genio Civile: Amm.Digitale-Genio-Civile-2016
  • Dichiarazione legge 37/08 "qualora non vi fosse deposito del progetto, da riscontrare nella dichiarazione asseverata";
  • Dichiarazione legge 13/89 "qualora non vi fosse deposito del progetto, da riscontrare nella dichiarazione asseverata";
  • Dichiarazione di conformità alle leggi igienico sanitarie "da riscontrare nella dichiarazione asseverata";
  • Deposito della documentazione relativa al contenimento energetico ex Legge 10/91 e s.m.i., presso la Direzione Ecologia e Tutela Ambientale con sede in via Pulvirenti, 4 (ove necessario);
  • Nulla Osta Sovrintendenza ai  BB.CC.AA.; Per gli immobili ricadenti in centro storico.
  • Nulla Osta per la tutela ambientale e ove necessario,  deposito presso la Direzione Ecologia e Tutela Ambientale, con sede via Pulvirenti, 4;
  • Nulla Osta per la Tutela Ambientale, in merito alla relazione di impatto acustico, nel rispetto dei requisiti acustici passivi degli edifici, ai sensi della L. 447/95 e del Reg. Comunale n. 17 del 05/03/2013 (depositare c/o la Direzione Ecologia e Tutela Ambientale, con sede in via Pulvirenti, 4;
  • Nulla Osta preventivo ufficiale sanitario (ASP. Dott. Giannone sede Viale Vittorio Veneto);  in alternativa,  Dichiarazione del progettista, ex  art.96,  della L.R.  n°11 del 12/05/2010;
  • Nulla Osta preventivo dei VV.F. (ove necessario);
  • Atto di vincolo pertinenziale, ai sensi della legge 122/89 (Legge Tognioli), ove necessario;
  • Perizia giurata sull'incremento di valore, ai sensi dell'art. 5, c. 6 Legge Regionale n°16/2016 e relativo pagamento del 10% dell'incremento  di valore catastale da versare su c/c postale n° 18168955, intestato a Tesoreria Comunale di Catania, o bonifico con codice IBAN: IT74H0760116900000018168955, intestato a Tesoreria Comunale di Catania, con causale: "art. 5, c. 6, L. R. 16/2016 - recupero abitativo. Ditta ..................... – immobile …………….. pratica edilizia ..........................."; 
  • Autocertificazione Imprese in sostituzione del DURC;
  • 7/95 e del Reg. Comunale n. 17 del 05/03/2013 (depositare c/o la Direzione Ecologia e Tutela Ambientale, con sede in via Pulvirenti, 4;
  • Relazione dove si evince il presunto quantitativo e la tipogia dei rifiuti che saranno prodotti durante i lavori (Decreto Legislativo n°152/2006 art. 191);
  • Autocertificazione, con dichiarazione di atto notorio, per dichiarazione antimafia; Per le imprese certificato camerale recante la dicitura "antimafia";
  • Trasmissione su supporto digitale, in formato PDF, di tutti gli atti (Progetti e Documenti);
  • 7/95 e del Reg. Comunale n. 17 del 05/03/2013 (depositare c/o la Direzione Ecologia e Tutela Ambientale, con sede in via Pulvirenti, 4;
  • In ottemperanza alla Delibera G.M. n. 24 del 03/03/2016, ed in applicazione della L.R.10 del 29/04/2014, avente ad oggetto: " Norme per la tutela della salute e del territorio dai rischi derivanti dall'amianto", l’istanza di Concessione Edilizia dovrà essere corredata della "Dichiarazione di autodenuncia relativa al possesso di manufatti in amianto" da presentare alla Struttura Territoriale ARPA, utilizzando la modulistica allegata alla Deliberazione G.R. n. 101 del 20/04/2015 e riportata nell'All. A, di seguito allegata: modello ad uso dei privati ; modello ad uso delle imprese. Diversamente nel caso di non presenza di manufatti in amianto, l’istanza di Concessione Edilizia dovrà essere corredata da autocertificazione, ex art. 46 D.P.R.28 dicembre 2000 n. 445, a firma del richiedente o del tecnico incaricato: modello autocertificazione
  • Codice di presentazione Modello Istat (scaricabile dal sito: https://indata.istat.it/pdc/; il modello di “Rilevazione Istat” on-line, che ha sostituito quello in formato cartaceo, prevede la restituzione del codice di presentazione, apposto automaticamente dal sistema sul frontespizio. Il codice del modello compilato dovrà essere riportato nell'istanza di presentazione della pratica edilizia.

 


 

Adempimenti ai sensi dell’art. 36 della LR. n. 1 del 22 Febbraio 2019

Leggi Tutto  


Torna Su

 


 

Diritti di Segreteria

L'istanza deve essere corredata della ricevuta di versamento dei diritti di segreteria, sul CC postale n.17666959, intestato a "Comune di Catania, Tesoreria comunale", ovvero mediante bonifico bancario sul codice IBAN IT18V0760116900000017666959, secondo gli importi specificati nello schema "allegato SUE" della Del. CC. n. 04 del 29/01/2019, avente ad oggetto: "Dissesto finanziario. Attivazione delle entrate proprie ai sensi dell'art.251, D. Lgs. n. 267/2000 - Tariffe dei servizi a domanda individuale e dei servizi generali".c/c postale n°17666959, di seguito riportati:

Descrizione Importo €
Vincolo a parcheggio 120,00
Deposito impianti 250,00
Manutenzione straordinaria o restauro conservativo 500,00
Cambio di destinazione d’uso 500,00
Frazionamento  500,00
Recinzione 120,00

 

Costo di costruzione

Il versamento deve essere eseguito sul c/c postale n°18168955, intestato Tesoreria Comunale di Catania o bonifico con codice IBAN IT74H0760116900000018168955, intestato Tesoreria Comunale di Catania, causale Costo di Costruzione – (vedasi la sottoelencata tabella delle aliquote aggiornate all’anno corrente).

Tabella riepilogo Costo di Costruzione:

Progr. Descrizione Aliquota
1 Per interventi su edifici esistenti destinati ad attività commerciale, nonché di impianti commerciali (negozi, punti vendita, centri commerciali) o per lo spettacolo (cinema, teatri, ecc.) o per il ristoro (ristoranti, ecc.). 1,50%
2 Per interventi su edifici esistenti destinati ad attività direzionale (Uffici, studi professionali, banche, ecc.) 2,25%
3a Per interventi su edifici residenziali esistenti (Demolizioni e ricostruzioni, ristrutturazioni, Manutenz. Straord., cambi d’uso, ecc.) 7,50%
3b Per interventi su edifici residenziali esistenti (Demolizioni e ricostruzioni, ristrutturazioni, Man. Straord., cambi d’uso, ecc.).
RIDUZIONE PER ADEGUAMENTO ANTISISMICO
5,00%
3c Per interventi su edifici residenziali esistenti (Demolizioni e ricostruzioni, ristrutturazioni, Man. Straord., cambi d’uso, ecc.).
RIDUZIONE PER MIGLIORAMENTO EFF. ENERGETICA.
5,00%
3d Per interventi su edifici residenziali esistenti (Demolizioni e ricostruzioni, ristrutturazioni, Man. Straord., cambi d’uso, ecc.).
RIDUZIONE PER RISTRUTTURAZIONE PIANO CASA.
5,00%

 

Oneri di Urbanizzazione

Il versamento deve essere eseguito sul c/c postale n° 18168955 intestato a Tesoreria Comunale di Catania, o bonifico con codice IBAN: IT74H0760116900000018168955, intestato a Tesoreria Comunale di Catania, causale Oneri di Urbanizzazione – (vedasi tabelle delle aliquote aggiornate all’anno corrente).


Comunicazione di fine lavori

  • Mod.CFL - comunicazione di fine lavori (CFL) ex art. 6, comma 4, del DPR n. 380/2001, recepito con modifiche dall'art. 3 della l.r. n. 16/2016 e art. 22, comma 3, del DPR n. 380/2001, recepito con modifiche dall'art. 10 della l.r. n. 16/2016.
  • Mod. CFL - versione editabile in formato pdf

Documenti da allegare alla Comunicazione di fine lavori

  • Dichiarazione congiunta del Direttore dei Lavori e Responsabile della Sicurezza in fase di esecuzione attestante:  

1) che l’Impresa esecutrice, nel compiere le fasi lavorative previste in progetto, ha osservato in maniera costante e regolare le prescrizioni attinenti alla sicurezza del cantiere previste nel piano di sicurezza e coordinamento;
2) che la presenza giornaliera delle maestranze impiegate in cantiere è stata conforme all’indicazione del libro matricole sottoposte alla costante visione;
3) che non si sono verificati incidenti di alcuna natura sul luogo di lavoro;
4) che non sono intervenute imprese subappaltatrici, o se sono intervenute indicarne gli estremi;    
5) che non vi è stata necessità alcuna di procedere a modifiche e/o integrazioni del piano di sicurezza. 

 

  • Dichiarazione dell’Impresa attestante la corretta gestione dei rapporti con L’Ente per il pagamento di eventuale tassa-occupazione-spazi-pubblici.
  • Documentazione attestante la corretta gestione dei rifiuti prodotti, accompagnata da una relazione del Direttore dei Lavori attestante la congruità del quantitativo dei rifiuti generati in relazione ai lavori eseguiti ed alla relativa previsione-di-progetto e Formulario dei Rifiuti oggetto di smaltimento.
  • Relazione conclusiva sul rispetto dei requisiti acustici passivi, ai sensi dell'art.11 del Regolamento comunale per la tutela dell'inquinamento acustico, e sulla effettuazione di verifiche della rumorosità degli impianti tecnologici a frazionamento continuo e discontinuo, ai sensi del D.P.C.M. 5/12/1997 (ove prevista dalla Concessione edificatoria).
  • Ricevuta di versamento, in caso di rateizzazione del “costo di costruzione”, comprovante il pagamento della prima rata, pari al 50% dell’importo totale.

Art. 18 L.R. 4/2003 - Recupero abitativo

In ottemperanza a quanto disposto dagli art. 5 e 10 L.R. 16 del 10/08/2016, in materia di versamenti ex art. 18 c. 9 L. R. 4/2003  per recupero abitativo, si precisa quanto segue: "la realizzazione delle opere è, altresì, subordinata al versamento al Comune di una somma pari al 10% del valore dei locali oggetto di recupero, desumibile dal conseguente incremento della relativa rendita catastale, che risulta dalla perizia giurata allegata al Permesso di Costruire o DIA, nei casi previsti dall'art. 10 L.R. 16/2016”.

Il versamento dovrà essere effettuato su c/c postale  n° 18168955  intestato  a  Tesoreria Comunale di Catania,  o bonifico con codice IBAN:  IT74H0760116900000018168955,  intestato  a Tesoreria Comunale di Catania, con causale: art. 18 c. 9 L. R. 4/2003 recupero abitativo. Ditta................ - indirizzo immobile pratica edilizia ..............................