Servizio P.U.G. - Piano Urbanistico Generale

L'Ufficio "PRG" si occupa della progettazione degli Atti di Pianificazione Urbanistica sul territorio comunale

Pubblicato il:

27 settembre 2007

Ultima revisione:

6 aprile 2022

 

 Direttore: ing. Biagio Bisignani
 Sede via Biondi, 8 - 95131 Catania
 mail : direttore.urbanistica@comune.catania.it
 pec: comune.catania@pec.it

INFO POINT tel. 0957422045
Ricevimento: 

Lo Sportello Unico per l'Edilizia - SUE svolgerà l'attività di ricevimento, previa prenotazione online eseguita tramite il portale di servizi Città-Semplice, nei giorni di seguito elencati:

  • Giovedì dalle ore 8.00 alle ore 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00;
  • Venerdì dalle ore 8.00 alle 13.00.

Per l'accesso all'Agenda degli appuntamenti sulla piattaforma città-semplice è necessario essere in possesso di credenziali SPID. 
Gli incontri oggetto di prenotazione si svolgeranno unicamente in modalità video chat, per mezzo della piattaforma Google Meet con il seguente

  • ID riunione: meet.google.com/ryu-obzt-tzx.


Per prenotare un appuntamento basta collegarsi allo Sportello Unico per l'Edilizia

 


Attività e servizi per l'utenza

L'Ufficio si occupa della redazione di atti di pianificazione generale (Nuovo Piano Regolatore, Variante Centro Storico, ....), di Piani di Settore ed Attuativi (P.U.D.M., P.R.A., P.U.S..C., P.U.A.- V.C.S.), di procedure di approvazione di atti pianificatori di altri Enti, di richieste di rideterminazione urbanistica di aree con vincoli preordinati all'esproprio decaduti, di certificazioni relative ai Piani di Zona, del Programma Integrato di Intervento San Cristoforo Sud.

Di seguito si riportano gli atti di pianificazione più rilevanti.


Atti di Pianificazione Urbanistica

 

Zona Omogenea "A"
Individuazione tipi edilizi - Studio di Dettaglio

L.R. 10 luglio 2015 n. 13

 

La Legge Regionale n. 13 del 10/07/2015, avente ad oggetto: “Norme per favorire il recupero del patrimonio edilizio di base dei centri storici”, prevede la definizione dei tipi edilizi dei centri storici e definisce l’appartenenza delle singole unità edilizie ad uno studio tipologico che si basa su di una dettagliata analisi, composta principalmente da una relazione esplicativa delle scelte adottate e da una planimetria in scala non superiore a 1:500.

La legge, all’art. 2, definisce le diverse tipologie edilizie dei centri storici, in relazione ai caratteri architettonici, dimensionali e strutturali, stabilendo, all’art. 3, che l’appartenenza delle singole unità edilizie alle tipologie è individuata con uno studio con effetti costitutivi, da approvarsi con deliberazione del consiglio comunale, previo parere reso in conferenza di servizi dalla Soprintendenza per i beni culturali ed ambientali competente per territorio, dall’ufficio del Genio civile, nonché da eventuali enti competenti in materia.

Il comune di Catania, in ottemperanza alla succitata legge, ha predisposto lo Studio di Dettaglio, previsto all’art. 3, per l’individuazione delle diverse tipologie edilizie presenti nel centro storico, in conformità alle prescrizioni della legge.

La Giunta Municipale ha approvato la Del GM 13 del 19.02.2021 avente ad oggetto: "Legge regionale 10 luglio 2015 n. 13. Studio di dettaglio del centro storico di Catania. Zone “A” e “B” di PRG - PRESA D’ATTO."

Con delibera di Consiglio Comunale n. 7 del 23/03/2022 è stato approvato lo Studio di dettaglio del Centro Storico L.R. 13/2015.
L'atto di pianificazione urbanistica concentra l'attenzione sulla Zona Omogenea "A", già individuata dal vigente PRG, che racchiude un’ampia porzione della città storica suddividendola in sottozone denominate: "A", "B", "A1" di cui:

  • La zona "A" costituita essenzialmente  dalla  città  ricostruita  dopo  il  terremoto  del 1693;  
  • La zona "B" che perimetra prevalentemente l'espansione del secondo ottocento  e  primo novecento, ad est della via Etnea. 
  • La zona "A1" che interessa  il  centro  storico  del quartiere di San  Giovanni  Galermo, nella parte nord-ovest della città. 

Al fine di ottemperare ai contenuti della parte dispositiva dell'atto deliberativo, ed applicazione degli obblighi di trasparenza si elencano le tavole progettuali, che fanno parte integrante del suddetto atto.

Elenco elaborati: 

0.0.0-Elenco elaborati progettuali 

1.1.0-Relazione N.T. -11062020
1.2.0-Relazione storica-11062020
2.1.0-PRG-Zona omogenea A-11062020
2.2.0-PRG-Stralcio Zonizzazione-11 062020
2.3.0-PRG-Zona 'A' e 'B' - ORTOFOT0-11062020
2.4.0-PRG-Zona 'A' e 'B' - Aerofotogrammetrico-11 062020
3.1.1-Beni culturali ed ambientali-11062020
3.1.2-Beni culturali ed ambientali-Unesco-11 062020
3.2.1-PAI-Rischio ldraulico-11062020
3.2.2-PAI-Pericolosità idraulica-11062020
3.2.3-PAI-Pericolosità geomorfologica-11 062020
4.1.1-La crescita urbana - Processo Storico-11062020
4.1.2-La crescita urbana - Processo Storico-11062020
4.2.0-La crescita urbana-Tessuti e assi viari storici-11 062020
4.3.0-Abaco Tipi Edilizi-11062020
5.1.0-Quadro di unione isolati-11062020
5.2.0-Isolati 1 a 100 -11062020.pdf                            
5.2.0-Isolati 101 a 200 -11062020.pdf
5.2.0-Isolati 201 a 300 -11062020.pdf
5.2.0-Isolati 301 a 402 -11062020.pdf
5.2.0-Isolati 403 a 500 -11062020.pdf
5.2.0-Isolati 501 a 585 -11062020.pdf
5.3.0-Foto-1 a 100-11062020.pdf
5.3.0-Foto-101 a 200-11062020.pdf
5.3.0-Foto-201 a 300-11062020.pdf
5.3.0-Foto-301 a 402-11062020.pdf
5.3.0-Foto-403 a 500-11062020.pdf
5.3.0-Foto-501 a 585-11062020.pdf
5.4.0-Prospetti-11062020
5.5.0-Metodologie di intervento-11062020
5.6.0-Tipi Edilizi5000-11062020
5.7.0-Tipi Edilizi2000-11062020

 

 

 

 

Piano Regolatore di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Orientale

Approvazione del Documento di Pianificazione Strategica di Sistema DPSS.

La pianificazione urbanistica dei singoli sistemi portuali è subordinata ad una regia nazionale unica che verifichi gli obiettivi e le strategie dei singoli porti all’interno di un quadro coerente di sviluppo nazionale ed europeo;

Il Piano regolatore del porto di Catania, approvato il con Decreto ministeriale 594/1978, ha la necessità di essere rinnovato all’interno dell’attuale quadro normativo di riferimento e degli strumenti urbanistici e programmatori previsti per legge;

In data 14.04.2020, con nota prot. 113565, sono stati trasmessi dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare della Sicilia Orientale gli elaborati relativi al DPSS;

La nuova articolazione della pianificazione portuale definita dal D.lgs. 232/2017 e dalle Linee guida per la redazione dei Piani Regolatori di Sistema Portuale, si inserisce all’interno di un percorso di riforma avviato dal Piano Strategico Nazionale della Portualità e della Logistica (PSNPL) approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 Luglio 2015 ed adottato il 6 Agosto 2015 con Decreto del Presidente del Consiglio ai sensi dell’art. 29 comma 1 della Legge 164 dell’11 novembre 2014. In seguito all’approvazione del PSNPL, il D.lgs. 169/2016 e ss.mm.ii. ha quindi avviato la razionalizzazione e riorganizzazione delle 24 Autorità Portuali costituite dal 1994 al 2002 prevedendo la loro sostituzione con 16 nuove Autorità di Sistema Portuale (AdSP);

Il D.lgs. 169/2016 ha stabilito una nuova governance portuale nazionale introducendo, con l’art. 11-ter della Legge 84/94, presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, la istituzione della “Conferenza nazionale di coordinamento delle Autorità̀ di Sistema Portuale”. Tale organo collegiale, di cui fa parte anche l’ AdSP del Mare di Sicilia Orientale, ha “il compito di coordinare e armonizzare, a livello nazionale, le scelte strategiche che attengono i grandi investimenti infrastrutturali, le scelte di pianificazione urbanistica in ambito portuale, le strategie di attuazione delle politiche concessorie del demanio marittimo, [...] operando, altresì, la verifica dei piani di sviluppo portuale, attraverso specifiche relazioni predisposte dalle singole Autorità di sistema portuale”;

In data 21/05/2020 la Giunta Municipale ha adottato l'atto Deliberativo n. 49 di trasmissione del Documento di Pianificazione Strategica di Sistema”, DPSS al Consiglio Comunale per l'approvazione.

Allegati alla Delibera di approvazione del Documento di Pianificazione Strategica di Sistema”, DPSS:

1) PRSP AuCt_20200228_DPSS RG_V2 
2) PRdSPAuCt_DPSS_EG1.1_V2.0_20200228 
3) PRdSPAuCt_DPSS_EG1.2_V2.0_20200228 
4) PRdSPAuCt_DPSS_EG1.3_V2.0_20200228 
5) PRdSPAuCt_DPSS_EG2.1_V2.0_20200228 
6) PRdSPAuCt_DPSS_EG2.2_V2.0_20200228 
7) PRdSPAuCt_DPSS_EG2.3_V2.0_20200228 
8) PRdSPAuCt_DPSS_EG3.1_V2.0_20200228
9) PRdSPAuCt_DPSS_EG3.2.1_V2.0_20200228
10) PRdSPAuCt_DPSS_EG3.3.1_V2.0_20200228
11) PRdSPAuCt_DPSS_EG3.3.2_V2.0_20200228
12) PRdSPAuCt_DPSS_EG4.1.1_V2.0_20200228
13) PRdSPAuCt_DPSS_EG3.2.2_V2.0_20200228
14) PRdSPAuCt_DPSS_EG4.1.2_V2.0_20200228
15) PRdSPAuCt_DPSS_EG4.1.3_V2.0_20200228
16) PRdSPAuCt_DPSS_EG4.1.4_V2.0_20200228
17) PRdSPAuCt_DPSS_EG4.1.5_V2.0_20200228
18) PRdSPAuCt_DPSS_EG4.2.1_V2.0_20200228
19) PRdSPAuCt_DPSS_EG4.2.2_V2.0_20200228
cartella unica in formato zip

 

 

RIDETERMINAZIONE URBANISTICA DI AREE DI PRIVATI CON VINCOLI ESPROPRIATIVI DECADUTI

Direttore: ing. Biagio Bisignani

Sede: via Biondi, 8

Mail: direttore.urbanistica@comune.catania.it

pec: comune.catania@pec.it

INFO POINT tel. 0957422045

Riferimenti normativi:

· Testo unico sulle espropriazioni D.P.R. 08.06.2001 n° 327 e s.m.i

· Legge Regionale 27.12.1978 n° 71

La procedura può essere attivata esclusivamente p er aree con vincoli preordinati all’esproprio decaduti. L'istanza non può essere presentata per immobili caratterizzati davincoli di carattere conformativo.

La procedura è finalizzata, in caso di istanza legittima ed assentibile, alla adozione da parte del Consiglio Comunale di variante urbanistica e successiva approvazione da parte della Regione.

Come presentare istanza:

Al protocollo informatico della Direzione Urbanistica e Gestione del Territorio, sede via Antonino di Sangiuliano,166, dovrà essere depositata:

  • Domanda di rideterminazione urbanistica di aree di privati con vincoli espropriativi decaduti sottoscritta dal proprietario (o altro avente titolo), ai sensi del D.P.R. 08.06.2001 n° 327 e s.m.i, contenente:
  • gli estremi di identificazione catastale dell’area interessata dall’istanza
  • i dati anagrafici e il codice fiscale del richiedente
  • l’indirizzo prescelto per ogni successiva comunicazione da parte degli uffici del Comune

Alla domanda dovranno essere allegati:

  • titolo di proprietà, o altro titolo valido, in copia, di tutte le aree o immobili indicati nella istanza e dichiarazione sostitutiva atto di notorietà, ai sensi del D.P.R. 445/2000, in cui si dichiara che non si sono avute mutazioni del diritto di proprietà rispetto all’atto depositato
  • Visura ed estratto di mappa catastali aggiornati
  • Dichiarazione sostitutiva di atto notorio, ai sensi del D.P.R. 445/2000, con allegata fotocopia di valido documento di riconoscimento, attestante se per l’area siano stati già rilasciati titoli edilizi, o effettuate cessioni di volumetrie o se per la stessa esistano servitù di alcun genere;

Tutte le dichiarazioni sostitutive di atto notorio, ai sensi del D.P.R. 445/2000, possono essere riunite in unica dichiarazione nel contesto della domanda stessa.

L'Ufficio si riserva di richiedere eventuale ulteriore documentazione in funzione dei singoli casi.

Termine fissato per la conclusione del procedimento:

Tempo complessivo per la procedura, per quanto di competenza del Comune di Catania, è quello previsto dalla normativa vigente, con esclusione dei tempi di sospensione maturati per l’espressione di pareri di legge da parte degli Enti preposti, fino all’adozione da parte del Consiglio Comunale.

La variante dovrà essere poi approvata dalla Regione Siciliana, Assessorato Territorio e Ambiente.

 

Per la consultazione degli atti di pianificazione vigenti ed in itinere consultarel'area "Amministrazione Trasparente" ex art. 39 Decr. Lgs. 33/2013 (vedi :https://www.comune.catania.it/trasparenza/default.aspx?obligation=225&title=Pianificazione-e-governo-del-territorio )

 

 

 

PROGRAMMA INTEGRATO DI INTERVENTO - "S. CRISTOFORO SUD" 

VARIANTE AL P.R.G. VIGENTE

La variante relativa al Programma integrato San Cristoforo sud, adottata con delibera di C.C.n.3l del 7/10/1999, è oggetto di Accordo di Programma tra la Regione ed il Comune di Catania, stipulato il 4/4/2000 ed approvato con delibera del Commissario Straordinario n.55 del 11/4/2000. La stessa è stata successivamente approvata con Decreto Presidente Regione Siciliana il 15 Novembre 2002 e pubblicata nella G.U.R.S. il 6 Dicembre 2002 al n° 56:

 

 

 

REGOLAMENTO EDILIZIO (Delibera Consiglio Comunale n° 16/2014)

Il Nuovo Regolamento Edilizio Comunale adottato con Del. C.C. n. 16/2014, ai sensi dell'art. 5 della L.R. n. 71 del 27/12/1978, ha per oggetto l'insieme delle norme per le attività di trasformazione urbanistica, di costruzione e modifica fisica e funzionale delle opere edilizie, di utilizzazione e riqualificazione degli spazi esterni, sul suolo e nel sottosuolo, sia pubblici che privati, sul territorio del Comune di Catania.

Per visionare gli allegati si rimanda al seguente link: https://www.comune.catania.it/trasparenza/details.aspx?contentID=1391

 

 

 

 

P.A.I. - PIANO PER L'ASSETTO IDROGEOLOGICO

Il “P.A.I.” Piano per l’Assetto Idrogeologico è lo strumento di pianificazione territoriale mediante il quale vengono pianificate e programmate le azioni, gli interventi e le norme d’uso riguardanti la difesa dal rischio idrogeologico nel territorio della Regione Sicilia.

Il Piano Stralcio per l’Assetto Idrogeologico è stato redatto dalla Regione Siciliana, ai sensi dell’art. 17, comma 6 ter, della L. 183/89, dell’art. 1, comma 1, del D.L. 180/98, convertito con modificazioni dalla L. 267/98, e dell’art. 1 bis del D.L. 279/2000, convertito con modificazioni dalla L. 365/2000.

 

Elaborati aggiornati al 30/04/2015:

All. 1 - Relazione;

All. 2 - Carta dei dissesti n. 27;

All. 3 - Carta dei dissesti n. 28;

All. 4- Carta dei dissesti n. 29;

All. 5- Cartadella pericolosità idraulica per fenomeni di esondazione n. 29;

All. 6- Carta della pericolosità e del rischio geomorfologico n. 27;

All. 7- Carta del rischio idraulico per fenomeni di esondazione n. 29;

All. 8- Carta della pericolosità idraulica per fenomeni di esondazione n. 28;

All. 9- Carta delle pericolosità e del rischio geomorfologico n. 29;

All. 10- Carta delle pericolosità e del rischio geomorfologico n. 28;

All. 11- Carta del rischio idraulico per fenomeni di esondazione n. 26;

 

 

 

P.U.D.M. - PIANO DI UTILIZZO DEL DEMANIO MARITTIMO

Il Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo, P.U.D.M. è stato predisposto dal Servizio P.R.G. Pianificazione Urbanistica e Decoro Urbano in riferimento alla legge regionale n. 15 del 02/12/2005.

Il P.U.D.M. di Catania interessa l'intero litorale cittadino - scogliera e arenile - individuando specifiche norme per la gestione delle aree costiere di competenza regionale, regolamentandone gli usi, sia per le finalità pubbliche che private.

Tenendo conto dell'attuale utilizzo della costa, delle concessioni già rilasciate, della vocazione legata alle tradizioni d'uso della area stessa, degli eventuali vincoli sono state individuate le destinazioni d'uso, cioè le tipologie di concessioni ammissibili in ogni parte di demanio, principalmente: costa per la libera fruizione, stabilimenti balneari, attività sportive e ricreative, esercizi commerciali e di ristorazione.


Elaborati di Progetto