Ultima revisione:

14 dicembre 2011

Tempo di lettura:

Categoria
Ufficio Stampa

Natale 2011

E' anche il Natale delle scuole e dei presepi quello che si celebra in questi giorni nei teatri, nelle parrocchie e nelle piazze cittadine, arricchendo di nuovi e importanti colori il programma del “Natale tutto Catanese” voluto dal sindaco Raffaele Stancanelli per animare le festività natalizie di arte, musica e spettacolo nel segno della solidarietà.

Sul fronte dei presepi, da giovedì 15 dicembre, e sino al 6 gennaio, caratteristici presepi artistici siciliani saranno esposti, con apertura mattutina e pomeridiana, in Cattedrale e nella chiese: San Francesco d'Assisi di piazza San Francesco d'Assisi, Collegiata di via Etnea, San Benedetto di via Crociferi, San Michele Arcangelo ai Minoriti di via Etnea 85, San Biagio di piazza Stesicoro.
La Chiesa Santa Maria di Ognina proporrà venerdì 23 dicembre, alle ore 20.00, un presepe vivente presso la “tenda Ulisse” allestita in via Imbert.
Lo spazio del centro storico cittadino, tra piazza Duomo, piazza Università, i Quattro Canti e piazza Stesicoro, accoglierà nello stesso periodo, le tradizionali “Cone di Natale”, altarini votivi tipici della tradizione siciliana. Mentre la quarta municipalità, in via Frassati 2, giorno 16 dicembre alle ore 16.30 proporrà “Canti e nenie di Siciliane dal 1600 al 1700” a cura dell'Associazione Culturale Paternò Tedeschi.

In tema di rappresentazioni scolastiche su iniziativa dell’assessorato comunale alla Pubblica Istruzione guidato da Vittorio Virgilio e con la collaborazione del Teatro Massimo Bellini diretto da Rita Cinquegrana, il Teatro Sangiorgi ospiterà mercoledì 14 dicembre e martedì 20, alle ore 9.30, ancora due appuntamenti con le esecuzioni di brani strumentali e corali natalizi eseguite dagli alunni delle scuole secondarie di primo grado, a indirizzo musicale, Pestalozzi, Musco, Diaz-Manzoni, Brancati, Vespucci, Malerba, Corridoni-Meucci, Biscari-Martoglio, De Sanctis, Alighieri, Parini, e Mascagni, Capponi -Recupero, Doria, Vittorino Da Feltre. Gli studenti saranno anche impegnati in coreografie e brevi drammatizzazioni (sul tema del rispetto dell'ambiente e degli animali) curate dagli animatori scolastico-culturali della direzione comunale pubblica istruzione, che con l'ufficio attività parascolastiche coordina il progetto. Agli incontri musicali con gli alunni delle scuole cittadine partecipa il sindaco Stancanelli che anche oggi si è recato al Teatro Sangiorgi per apprezzare l’esibizione dei giovanissimi artisti: “Il rapporto con le scuole - ha detto il primo cittadino - è posto in evidenza nel programma del Natale catanese perché i ragazzi, le loro famiglie e noi tutti possiamo condividere, anche attraverso la musica, i valori veri del Natale, in uno spirito di comunione e integrazione. Ringrazio quanti hanno reso possibile questi incontri che mi rendono particolarmente orgoglioso di questi piccoli concittadini, così come mi rende orgoglioso l'avere dedicato il Natale catanese a Laura Salafia, la studentessa ferita a Catania un anno e mezzo fa e costretta su una sedia a rotelle, che pur non essendo catanese ha scelto di venire a vivere a Catania. A lei devolveremo il ricavato del catalogo della mostra di Castello Ursino “Pezze di Storia”, che vi invito a comprare in segno di solidarietà”.

Il “Natale tutto Catanese” del Comune, che è ormai a pieno regime, continua a proporre eventi che, inaugurati nei giorni scorsi, hanno ottenuto grande successo: mercatini e concertini nel centro storico, rappresentazioni nei reparti pediatrici degli ospedali cittadini, mostre a Palazzo della Cultura, dove giovedì 15 dicembre alle ore 21 si terrà un concerto di musica tradizionale cilentana e campana con il gruppo “Kiepò”, ciaramella, zampogna a chiave, chitarre, voce ed organetto (ingresso5 euro).