Ultima revisione:

24 febbraio 2020

Tempo di lettura:

Categoria
Ufficio Stampa

“Sono orgoglioso per l’importante iniziativa che conferma la bontà del percorso di collaborazione con le realtà associative impegnate nel territorio che svolgono con amore, passione e competenza le loro delicate funzioni. Si tratta del dodicesimo asilo che noi avviamo alla fruizione dei cittadini, anche in una realtà difficile come quella di Librino che vive problematiche aggiuntive rispetto ad altre. Faccio i miei più sentiti complimenti alle associazioni Talita Kum, alla Caritas e ai Salesiani. Un avvio dal grande significato simbolico che testimonia la presenza delle istituzioni: il Comune c’è nonostante il dissesto e gli assessorati lavorano in una proficua sinergia con il no profit nell'interesse dei cittadini”.  Così si è espresso il sindaco Pogliese  attivando con l’assessore ai Servizi Sociali Giuseppe Lombardo il “Progetto Asilo Nido a Librino”, un servizio a sostegno dei genitori in condizioni di disagio economico o familiare con figli neonati. L’iniziativa, finanziata coi fondi statali della legge 285/97, mira a costruire un rapporto genitoriale qualificato attraverso incontri tra famiglie e operatori specializzati. “Orgoglio e soddisfazione -ha espresso l’assessore Lombardo-  per un altro asilo comunale importantissimo per questo territorio. Una struttura  - ha continuato - che si aggiunge alle altre, entrando in campo con un approccio innovativo a sostegno della genitorialità in una zona particolarmente disagiata”.

Alla simbolica inaugurazione della struttura, già arredata e funzionale per accogliere i minori, hanno partecipato il presidente del Consiglio comunale Giuseppe Castiglione, il presidente del 6° municipio Alfio Allegra e il suo vice presidente Luca Di Lao, il consigliere comunale Santo Russo, i referenti dell’asilo nido Giuliana Gianino  e Lorenzo Barletta insieme agli operatori dell’associazione Talita Kum e dell'Oratorio Salesiano San Filippo Neri, esecutori dell’attività, don Piero Galvano direttore della Caritas Diocesana di Catania e la responsabile comunale dell’ufficio Asili Nido Lucia Leonardi. I venti bambini  dell’asilo di via Moncada con età da tre mesi a tre anni saranno curati, senza costi di retta per le famiglie,  dalle ore 8 del mattino e fino alle 14, per tutto l’anno, ad eccezione del solo mese di agosto. Saranno “accompagnate” nel percorso di  genitrici anche le giovani madri disagiate. “Un grazie alle Istituzioni -è stato espresso dal direttore della Caritas Galvano-  per la collaborazione mostrata nel corso degli anni, partecipazione che è sempre stata pronta a venire a sostegno delle associazioni che da sole non potrebbero andare avanti, dimostrando quanto sia utile la sinergia del bene comune”.   

fp

 

22.02.2020