Ultima revisione:

6 aprile 2021

Tempo di lettura:

Categoria
Ufficio Stampa
sindaco

 “Ricordo ancora con grande emozione quando, proprio il 2 aprile di due anni fa, l’allora commissaria europea per la Politica regionale Corina Crețu, a Bruxelles, ci consegnò la decisione della Commissione Europea di cofinanziare il grande progetto di completamento della tratta metropolitana della Ferrovia Circumetnea, che fu inserita fra i grandi investimenti infrastrutturali da realizzare in dieci Stati, tra cui l’Italia, che ottennero il disco verde dall’Unione Europea.

Al progetto catanese furono assegnati oltre 358 milioni di euro, utili per costruire il collegamento fra piazza Stesicoro e l’aeroporto di Catania, realizzando quasi sette chilometri di rotaie e otto nuove stazioni, oltre all’acquisto di nuovi treni. Un finanziamento che non era affatto scontato e che fu ripreso anche grazie all’impegno dell’allora presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, a cui mi legano personale affetto e stima, che supportò l’impegno del Comune e del Governo Musumeci 

Il completamento della metropolitana fino all’aeroporto, da un lato, e a Misterbianco dall’altro, rappresenta una legittima e diffusa aspirazione dei catanesi, che non sono solo quelli che abitano nel capoluogo, ma le centinaia che vi orbitano, perché pone finalmente la città al livello delle altre grandi metropoli del Mediterraneo. Catania ne guadagnerà in qualità della vita, riduzione del traffico urbano e miglioramento degli standard infrastrutturali dell’intero territorio, grazie all’intermodalità fra metro e aeroporto”. Lo ha detto il sindaco Salvo Pogliese commentando l’annuncio dell’assessore regionale alle infrastrutture, Marco Falcone, dell’assegnazione degli appalti per le tratte Monte Po-Misterbianco e Stesicoro-Aeroporto, della Metropolitana di Catania.

nm