Ultima revisione:

25 marzo 2022

Tempo di lettura:

Categoria
Ufficio Stampa
PNRR

 

I progetti inseriti nel PNRR e quelli per l’utilizzo dei fondi comunitari, sono stati i temi al centro dell’incontro tra l’amministrazione comunale rappresentata dal sindaco facente funzioni Roberto Bonaccorsi e dagli assessori Arcidiacono, Barresi, Parisi, Trantino e Cristaldi e le segreterie provinciali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl, rappresentate rispettivamente dai segretari generali Carmelo De Caudo, Maurizio Attanasio, Enza Meli e Giovanni Musumeci.

Il sindaco facente funzioni Bonaccorsi ha tratteggiato i progetti che il Comune sta operando per incidere sulla realtà cittadina, su cui poi si sono soffermati in dettaglio i singoli assessori. In particolare, sono stati esposti alcuni dei grandi investimenti riguardanti la transizione ecologica (trasformazione ecologica a zero emissioni della flotta bus AMT), nuovi centri comunali di raccolta differenziata CCR o isole ecologiche, due nuovi asili nido, riqualificazione e rigenerazione urbana per fronteggiare il degrado sociale (San Berillo e Librino) e la mobilità sostenibile con progetti plurimi tra cui un vasto piano di piste ciclabili in fase di completamento della progettazione e una grande ZTL cittadina, per cui sono già state stanziate cospicue risorse per le infrastrutture di supporto; bonifica del Torrente Forcile e degli scarichi a mare; manutenzione di scuole e palestre comunali, rifacimento manto stradale e messa in sicurezza tra cui tutta la Circonvallazione, via Garibaldi e via Vittorio Emanuele solo per citarne alcune), la nuova piazza Roma, via Cristoforo Colombo, viale Africa; ma anche la riqualificazione di una decina di impianti sportivi progettati o già rifatti ex novo; l’ammodernamento dello Stadio, interventi di rigenerazione urbana a Librino, al Villaggio Sant’Agata e nel Lungomare. Menzionati anche sei progetti per riqualificare beni confiscati alla mafia, tra cui un immobile di circa 600 mq in via Anapo prima adibito a supermercato gestito da esponenti legati ai clan mafiosi e che diverrà supermercato solidale per i più bisognosi.

I segretari di Cgil, Cisl, Uil e Ugl hanno sottolineato la necessità di approfondire i progetti in tavoli tematici con i rappresentanti delle categorie coinvolte, tanto sulle misure previste per il welfare quanto per gli investimenti nelle infrastrutture per meglio comprenderne le progettualità e poter offrire idee e suggerimenti e tra questi un accordo di legalità sull’applicazione dei contratti collettivi nazional, iniziativa su cui l’Amministrazione si è detta d'accordo. 

I rappresentanti sindacali hanno quindi posto l’accento sulla necessità di valorizzare la Rete sociale dell’inclusione e di sottoscrivere un accordo di legalità che impegni il Comune di Catania nella verifica dell’applicazione dei CCNL nei rapporti economici in cui l’ente è committente.

Un prossimo incontro collegiale è stato programmato per le prossime settimane.

nm