Ultima revisione:

2 maggio 2022

Tempo di lettura:

Categoria
Ufficio Stampa
Attività produttive

 

La Giunta comunale presieduta da Roberto Bonaccorsi su proposta dello stesso capo dell’Amministrazione ha autorizzato una proroga per il rilascio delle concessioni di suolo pubblico in tutto il territorio cittadino fino al 30 giugno 2022. La decisione scaturisce dalla decisione unanime del consiglio comunale di prorogare i termini per l’approvazione del regolamento per le occupazioni di suolo pubblico per ristoro all’aperto e per Dehors, nella quale, fra l’altro, si propone l’ampliamento dei limiti della zona di rilevanza storico-ambientale verso altre zone della città, il rinnovo e/o il nuovo rilascio del suolo pubblico anche per l’anno 2022.

“Tenuto conto della crisi economica che gli operatori del settore della ristorazione subiscono -ha spiegato il sindaco facente funzioni Roberto Bonaccorsi- abbiamo ritenuto di soprassedere temporaneamente alle ragioni di urgenza che avevamo dato all’approvazione della delibera consiliare di portata storica come le occupazioni di suolo pubblico, prorogando di due mesi il termine di rinnovo e dare  il tempo necessario al consiglio di approfondire ed eventualmente modificare, l’atto regolamentare che punta a una razionalizzazione delle occupazioni di suolo pubblico per gli esercizi commerciali, che a Catania non è mai stata pienamente realizzata”.

Sempre sul fronte delle attività produttive, un’altra importante iniziativa è stata esitata dall’esecutivo comunale. A seguito di un protocollo d’intesa firmato dal sindaco facente funzioni Roberto Bonaccorsi con Confcommercio che tramite la Fipe ha proposto gran i contenuti dell’accordo, ai titolari di attività̀ economiche del commercio e somministrazione che vogliono rinnovare la concessione di suolo pubblico è stata data la possibilità̀ di avvalersi di un termine di almeno 48 mesi per regolarizzare la posizione tributaria e la conferma per l’anno in corso di usufruire degli spazi di suolo pubblico utilizzati nell’anno 2021.  

Il Comune di Catania, in sostanza, in coerenza alle disposizioni normative e regolamentari vigenti, s’impegna  a considerare assolto il requisito della “regolarità̀ del pagamento dei tributi locali” agli esercenti titolari di concessioni di suolo pubblico in fase di rinnovo, garantendo loro la rateizzazione in 48 mesi dell’eventuale debito tributario nei confronti del Comune di Catania e ciò avvalendosi del regolamento per l’applicazione del ravvedimento operoso, approvato con deliberazione del Consiglio Comunale del 29 Marzo 2019, recependo la proposta avanzata dai titolari delle attività produttive.

L’Amministrazione Comunale, infine, ha recepito un’altra proposta dei rappresentanti dei commercianti e ha autorizzato gli esercenti a fruire, fino al 31 ottobre 2022, stessi spazi di suolo pubblico che sono stati concessi lo scorso anno,  in conformità alle norme ministeriali di contrasto alla pandemia, continuando a privilegiare, l’uso degli spazi esterni per le attività commerciali.

nm