Ultima revisione:

23 maggio 2024

Tempo di lettura:

Categoria
Ufficio Stampa
Palazzo della Cultura

 
“Catania capitale italiana dell'arte contemporanea 2026”. E' il traguardo che l'Amministrazione comunale intende perseguire con tutte le realtà culturali e artistiche cittadine che vorranno collaborare per partecipare, con uno specifico progetto, al bando pubblicato dal Ministero della Cultura, assoluta novità nel panorama nazionale.
L'iniziativa è stata oggetto di un confronto nel  Palazzo della Cultura, voluto dal Sindaco con  un'ampia partecipazione, e ha già prodotto  l'avviso di manifestazione di interesse pubblicato dalla direzione Cultura sul sito istituzionale. L'avviso mira all'acquisizione di proposte progettuali per la composizione del dossier di candidatura della città di Catania a capitale italiana dell’arte contemporanea 2026.
La domanda di partecipazione, da parte di  soggetti del territorio che operano in ambito artistico e culturale, e in possesso dei requisiti previsti,  può essere presentata esclusivamente a mezzo posta certificata (PEC) all'indirizzo cultura.catania@pec.it entro le ore 24:00 del 31 maggio 2024.
L'invito è rivolto a tutti i possibili partner pubblici e privati, disponibili a lavorare nel lasso di tempo concesso dal Ministero (sino al 30 giugno 2024) ad una progettazione condivisa che rafforzi il peso specifico della candidatura e ne costituisca l'ossatura, sulla quale costruire un'immagine della Città vivace, attenta all'innovazione, creativa e positiva.
L'iniziativa di Capitale Italiana dell’arte contemporanea è stata istituita con decreto del Ministero della Cultura del marzo scorso, con l'obiettivo di incoraggiare e sostenere la capacità progettuale e attuativa delle città italiane nel campo della promozione e valorizzazione dell’arte contemporanea. Il bando finanzia progetti culturali che prevedono attività come mostre, festival e rassegne, oltre alla realizzazione e la riqualificazione di spazi e aree dedicati alla fruizione dell’arte contemporanea.
L'amministrazione comunale intende presentare un progetto di rilancio del capoluogo etneo basato sulla messa a sistema della produzione culturale e artistica di qualità, capace di creare nuove forme espressive e nuove opportunità per il sistema economico locale, e di intensificare, al contempo, i processi di coesione sociale, inclusività, attrattività. Nel bando c'è spazio anche per  iniziative per la formazione dei giovani e lo sviluppo dei talenti, l'incremento della mobilità degli artisti e professionisti della cultura anche per stimolare confronti e scambi di buone pratiche,  attività di collaborazione con istituzioni quali scuole, accademie di belle arti, produzioni artistiche, esposizioni.
Requisiti per la partecipazione,  modalità di adesione, informazioni e approfondimenti sono disponibili nella sezione "Cultura news" del sito del Comune.

ami