Ultima revisione:

2 marzo 2009

Tempo di lettura:



 
E’ stata votata all’unanimità, nel corso della seduta di consiglio comunale svoltasi ieri la mozione presentata dai consiglieri comunali Alessandro Corradi e Letterio Daidone che impegna l’Amministrazione a sottoscrivere un protocollo d’intesa con l’Agenzia delle Entrate per dare seguito alla normativa che prevede la partecipazione dei Comuni all’attività di collaborazione tra le pubbliche amministrazioni per la prevenzione e il contrasto all’evasione fiscale. 

 La mozione cheprende spunto dall’art.1, comma1del decreto legge 203/2005 e quindi dalla legge 248/2005 dà la possibilità ai Comuni di mantenere il 30% delle somme dei tributi statali riscossi a titolo definitivo a seguito dell’interven-to del Comune che abbia contribuito all’accertamento stesso.

 “ Considerato- dicono i due consiglieri Corradi e Daidone – il particolare momento di difficoltà economica in cui è coinvolto il Comune,  le casse trarrebbero anche un beneficio economico da questa collaborazione così come è già accaduto a Palermo e Acireale che hanno dato seguito ai protocolli d’intesa. Un punto essenziale del progetto di risanamento è il contrasto all’evasione fiscale che va oltre  che nell’interesse del Comune anche in quello di chi finora ha pagato regolarmente le tasse”.