Ultima revisione:

26 novembre 2013

Tempo di lettura:

 


Cultura Catania 250

 

Mercoledì 27 novembre 2013 ore 9,00/20,00
Palazzo della Cultura - Via Vittorio Emanuele 121 Catania

 

  Giornata di studi “BIOTOPI URBANI”
I Sistemi ecolutivi nel contesto urbano – Segnaletica per animali
Ideazione e coordinamento: Prof. Aldo Cesar Fagà
Accademia Belle Arti Catania
Laboratorio NUNC – nuncnet.org
Associazione Culturale “Il Singspiel”
Con la promozione ed il patrocinio di:
Comune di Catania - Assessorato ai Saperi e alla Bellezza Condivisa
Accademia Gioenia di Scienze Naturali in Catania
Istituto Nazionale di Fisica Nucleare –  Laboratori Nazionali del Sud
e con il patrocinio di:
S.D.S. di Architettura - Siracusa
Dipartimento DARC, Università di Catania
Con la collaborazione di:
Associazione Culturale Romeo Prampolini - Catania
Associazione Morfosis GiArch - Catania

 

Biotopi Urbani - Palazzo della Cultura - mercoledì 27 novembre 2013 - Locandina resize


"Biotopi Urbani" - Locandina pdf

 

 

Mercoledì 27 novembre 2013 dalle ore 9:00 alle 20:00
Palazzo della Cultura - Via Vittorio Emanuele 121 Catania 
Giornata di studi BIOTOPI URBANI
I Sistemi ecolutivi nel contesto urbano – Segnaletica per animali
Ideazione e coordinamento: Prof. Aldo Cesar Fagà

 

Sappiamo che l'essere umano condivide con l'animale molte cose, non fosse altro,  per i tratti evolutivi che ci portiamo addosso ed i contesti che condividiamo con essi. Tale è  il tema della giornata di studi BIOTOPI URBANI.
Nella giornata si intendono approfondire in modo specifico ed interdisciplinare, i fenomeni interessati nel processo comunicativo tra esseri umani ed animali dal punto di vista dei linguaggi in un terreno che sia riferito all'arte, all'etologia, all'urbanistica, alla filosofia, alla biologia animale, alle tecnologie, all'architettura, al design, alla fisica e diverse altre discipline che contribuiranno a indagare i temi trattati.
Il convegno è punto di confluenza di un percorso originato allorquando era ben lungi dall'affacciarsi la “Bioarte” ed ha il suo fondamento nel progetto Segnaletica per animali appunto, nel quale, per la prima volta, circa trenta anni fa, si intendeva   produrre nuovi paradigmi progettuali, di studio e di ricerca riguardo ai rapporti tra esseri umani ed animali nei contesti condivisi e teorizzato più ampiamente come Sistemi ecolutivi.

Non sono questi, segnali che vanno cercati da noi per loro, non sono, in questa concezione, gli animali (gli altri) che vanno ”aiutati a capire” il nostro universo di segni. Fin dalla sua nascita, negli anni ottanta, si intese già con il solo titolo “Segnaletica per animali” innanzitutto che, tali segni, in quanto biocomunicazione appartengono all'uno quanto all'altro, agli animali quanto agli umani, e che, quindi, “per animali” è per tutti. Ma l'obiettivo, non secondario, fu quello di fondare un manifesto ed un movimento espressivo di segni buttati nel mondo, tesi soprattutto ad ampliare il ventaglio dei mezzi possibili e a cambiare la direzione fino ad allora conosciuta dalla cultura e dall'arte: dall'uomo per l'uomo. E nel territorio all'uomo più caro. L'arte come strumento di comunicazione tra alterità coevolute.

I SISTEMI ECOLUTIVI: una definizione.
E' un neologismo ideato da Fagà e il cui significato si può così sintetizzare: per ecolutivi si  intendano sistemi che producono effetti in aree macroscopiche non limitate ai dispositivi materiali ed immateriali di origine e fisicamente sostanziate. Sistemi capaci di generare esiti tangibili sull’ambiente, sull’uomo, organismi viventi tra loro connessi in ragione di tali procedimenti.
Ha anche definito i Sistemi ecolutivi “come processi trasformazionali non  chiusi, non confinati all’interno del dispositivo e del linguaggio che li hanno generati” e sono stati, per circa trenta anni, tra gli altri suoi approcci, conseguenza teorica di molte sue opere oltre che la guida teorica di attività pratica e azione intorno all'arte.

BIOTOPO: letteralmente significa ambiente di vita. E’ lo spazio naturale in cui si realizza una biocenosi.

BIOCENOSI: letteralmente significa comunità di organismi viventi. E’ l’insieme dei rapporti sociali che legano gli organismi tra loro.

Sono biotopi artificiali: edifici, industrie, infrastrutture; biotopi semi-artificiali: giardini, viali, orti urbani.

in tal senso la città può essere studiata attraverso le sue componenti intese come fattori complessi. La città considerata attraverso i suoi processi vitali ci consente di capire le interazioni dell'uomo con queste componenti. Nel contesto urbano uomini ed animali condividono un'area satura di comunicazioni, segnali, messaggi, avvisi, intimazioni, indicazioni, percorsi obbligati, direzioni e divieti di ogni tipo. Il biotopo urbano artificiale si qualifica come un sistema ecologico fortemente indirizzato nel quale prevalente è la presenza di segni creati e indirizzati dall'uomo per l'uomo. Così il contesto urbano viene analizzato come un complesso organismo vivente inclusivo della presenza di altri esseri (gli animali) che con l'uomo condividono l'area presa in esame.

Cambiamenti di paradigma e di approccio possono aiutarci a comprendere la complessità di queste relazioni in quanto linguaggi progettuali, espressivi e comunicativi su scala urbana e la loro l'influenza in modo più aperto ed interdipendente, in particolare nella relazione tra le diverse specie, animali umani e non umani.  Il convegno prevede la pubblicazione degli atti da parte dell'Accademia Gioenia di Catania.

La giornata è preceduta da un workshop rivolto agli studenti dell'Accademia di Belle Arti di Catania, agli studenti dei corsi di laurea in Scienze Biologiche, Fisica ed Ingegneria civile ed ambientale dell'Università di Catania, condotto in compresenza dal prof. Giovanni Costa, dalla dott.ssa Valeria Monfrini e dai Professori Aldo Cesar Fagà e  Giuseppina Radice e confluirà in una mostra degli elaborati prodotti dagli studenti presso le sale del Palazzo della Cultura. Importante la partecipazione di associazioni che operano nei settori interessati, non solo nel territorio catanese.

Presso le sale del Palazzo Platamone inoltre, una mostra con installazioni d'arte e di Musica  acusmatica, di Aldo Cesar Fagà, Stefano Roveda, Il Maestro Albino Taggeo, basate o ispirate al principio di Segnaletica per animali e dei Sistemi ecolutivi.

 

Numerosi gli studiosi delle diverse aree disciplinari della ricerca scientifica  ed  umanistica che interverranno:

• Prof. Giorgio Bellia, Ordinario di Fisica Sperimentale, Dipartimento di Fisica ed Astronomia– Università di Catania
• Dott. Luigi Calabresi, Presidente dell’associazione culturale Prampolini, nonché Veterinario esperto di Zooantropologia, Catania
• Prof. Felice Cimatti, Filosofo, docente di Filosofia del lInguaggio e della Mente – Università della Calabria
• Prof. Salvatore Comes - Link Campus Facoltà di Architettura per il Design, Catania
• Prof. Giovanni Costa, Etologo, già Ordinario di Ecologia presso il Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche  ed Ambientali - Università di Catania
• Prof.ssa Adriana Di Falco, direttore d’orchestra, docente e compositore, Direttore della Scuola di musica Music Konnexion
• Dott. Tommaso Federico, Psichiatra
• Prof. Giuseppe Frazzetto, Critico d’arte, studioso di New Media & Videogame, docente di Storia dell’arte contemporanea – Accademia di Belle Arti di Catania
• Prof. Giovanni Gallo, Ordinario di Informatica, Dipartimento di Matematica e Informatica– Università di Catania
• Prof. Santi Longo, Ordinario di Entomologia agraria, Dipartimento di Scienze e Tecnologie Fitosanitarie – Università di Catania
• Dott.ssa  Valeria Monfrini, Veterinario, Presidente dell’ASD Centro Cinofilo Sottotimpa,  Catania, esperta di comunicazione uomo/animale e di Zooantropologia
• Prof. Michele Panzera, Ordinario di Etologia veterinaria e Benessere animale – Dipartimento di Scienze Sperimentali e Biotecnologie Applicate – Università di Messina
• Dott. Giorgio Riccobene, Ricercatore presso i Laboratori Nazionali del Sud - Istituto Nazionale di Fisica Nucleare – Catania
• Prof. Albino Taggeo, Docente di Composizione - Conservatorio di Santa Cecilia – Roma
• Proff.ssa Giuseppina Radice, critico d’arte, docente di Storia dell’arte – Accademia di Belle Arti di Catania
• Arch. Andrea Toscano, direttore dell’associazione Morfosis - GiArch Catania – Centro Ricerche di Architettura


Interverranno inoltre:
• Prof.ssa Zaira Dato, Ordinario di Composizione Architettonica – S.D.S. Architettura - Università di Catania
• Prof. Carmelo Strano Ordinario di Estetica - S.D.S. Architettura – Università di Catania


Parteciperanno:
• Istituto “Comunità Gaia” per la riabilitazione dei soggetti con disagio psichico, Caltagirone
• Gruppo di lavoro internazionale TCPC - Sistemi ecolutivi
• FreakNetMediaLab – Catania
• Dyne.org - Amsterdam
• Associazione Verde Binario – Cosenza

 

PROGRAMMA DEL 27 Novembre 2013
Moderatore: Piero Maenza, Giornalista RAI
09:30 Saluti delle Autorità presenti
09:45 Aldo Cesar Fagà: Presentazione dell’Iniziativa
10:00 Giovanni Costa: “Tra uomo e animale”
10:30 Santi Longo: “Canali di comunicazione negli insetti e possibili interferenze umane”
11:00 Giuseppe Frazzetto: “Forme della soggettività, senso della collettività. Giochi animali, infantili, elettronici”
11:30 Tommaso Federico: “L’animale come specchio”
12:00 Giorgio Bellia: “Fisica e Biologia: due ambiti strettamente connessi”
12:30 Valeria Monfrini: “Il cane nell’orchestra sensoriale urbana”
13:00 Coffee break
13:30 Carmelo Strano: “Comunicazione creativa e globalizzazione/percorsi ellittici oltre il criptico e il plateale: per un biotopo parcellizzato”
14:00 Giorgio Riccobene: "Scienza e tecnologia di frontiera per l'esplorazione del quinto continente"
14:30 Salvo Comes: ” Voli nella città”
15:00 Albino Taggeo: “Suono e comunicazione nella musica moderna e contemporanea secondo i "Sistemi ecolutivi”
15:30 Adriana Di Falco: “La musica come biocomunicazione”
16:00 Michele Panzera: “La comunicazione non verbale degli animali non umani”
16:30 Andrea Toscano: “L'architettura multisensoriale nella metamorfosi degli spazi urbani”
17:00 Luigi Calabresi: “Zooantropologia, una dimensione estetica”
17:30 Giovanni Gallo: “Usabilità e software invisibile: linguaggi di interazione"
18:00 Felice Cimatti: “Senza colpa - La coscienza nell'animale e nell'uomo”
18:30 Giuseppina Radice: “Per un comprendere interpretativo”
 Buffet
19:30 Nignux - Nino Giudice: Percorsi e tappe verso i “Sistemi ecolutivi” ed il gruppo di lavoro del  TCPC

 

Nelle sale espositive sarà presentata “The finches”, del musicista Albino Taggeo, elaborazione acusmatica facente parte del percorso e del progetto di Aldo cesar Fagà “Segnaletica per animali” una  tappa nel 1986, alle origini del progetto.

Altri Eventi:

A partire dal 20 di novembre presso  Palazzo della Cultura  si terrà il workshop “BIOTOPI URBANI” con gli studenti dell’Accademia di belle Arti di Catania e del Dipartimento di Ecologia, Scienze Biologiche, Geologiche ed Ambientali dell’Università di Catania, condotto dal prof. Giovanni Costa, dal prof. Aldo Cesar Fagà, dalla dott.ssa Valeria Monfrini, con il coinvolgimento dell‘Associazione Morfosis GiArch, Centro Ricerche di Architettura di Catania

Dal 25 novembre al 1° di dicembre sarà allestita presso le sale espositive del Palazzo della Cultura, la mostra degli elaborati realizzati durante il workshop “ BIOTOPI URBANI” dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Catania e del Dipartimento  di Ecologia, Scienze Biologiche, Geologiche ed Ambientali dell’Università di Catania.

Installazione e perfomance BIOTOPI URBANI di Aldo Cesar Fagà. Animale/umano/ nel Sistema ecolutivo. Con la partecipazione del gruppo di lavoro che sarà composto nel corso del lavori.

Sarà esposta una sezione di elaborati del workshop tenuto  dalla dottoressa Valeria Monfrini sul tema del disagio psichico e gli animali realizzata presso l’Istituto “Comunità Gaia” con i soggetti con disagio psichico.