Ultima revisione:

18 settembre 2013

Tempo di lettura:

 


Logo Museo Civico Castello Ursino

Mercoledì 18 e giovedì 19 settembre 2013 ore 21,00
Castello Ursino - Piazza Federico di Svevia

 

"Turi Marionetta"marionette, pupi e cantastorie di Savì Manna.
Ideazione, regia e cura dei testi di Savì Manna
Scenografia: Salvo Pappalardo
Marionette: bottega Cartura
Zo Centro Culture contemporanee
Ingresso a pagamento


Turi Marionetta - Castello Ursino - Mercoledì 18 e giovedì 19 settembre 2013 ore 21,00 - Locandina resize


"Turi Marionetta" - Locandina pdf

 

Rassegna "Percorsi D'autunno"

Castello Ursino - Piazza Federico di Svevia Catania
mercoledì 18 e giovedì 19 Settembre 2013 ore 21,00
sarà rappresentato lo spettacolo teatrale
 
TURI MARIONETTA

scritto, diretto ed interpretato da SAVI MANNA
scenografia e disegno luci SALVO PAPPALARDO
marionette CARTURA
musica "Rapsodia di una marionetta" di Savi Manna
produzione Zo, centro culture contemporanee

  
Torna in scena a Catania il monologo teatrale Turi Marionetta. Uno spettacolo incantevole ed intenso, che restituisce allo spettatore suggestioni lontane. Un racconto affascinante su una storia che ci appartiene, fatta di marionette, pupi, pupari e cantastorie. Utilizzando la tecnica del “Cuntu” e del teatro delle Ombre, Savi Manna, (autore, regista e interprete dello spettacolo) ripercorre la storia sociale delle marionette, immergendo lo spettatore in un passato dal sapore di favola o leggenda, lontano e ricco di visioni e imprese eroiche. II testo, alternando l'italiano accademico al siciliano, rende lode alla molteplicità dei registri linguistici del dialetto catanese. Dopo aver registrato sold out a Roma, Bologna e Catania e raccolto consensi durante la tournèe in Canada, Turi Marionetta andrà in scena Mercoledì 18 Settembre e Giovedì 19 Settembre sempre alle ore 21:00 in occasione della rassegna "Percorsi D'autunno" del Comune di Catania nella meravigliosa corte del Castello Ursino

Turi Marionetta - Castello Ursino - 16 e 19 sett 2013 - foto scena 1  


Lavoro di esordio del giovane autore e regista catanese Savi Manna, al quale è stato recentemente attribuito il Primo premio al Concorso Nazionale dei Corti Teatrali “Abito In Scena”, per la pièce “Importante, molto Importante”. In un solo atto si ripercorre la storia del teatro di figura, dalle maschere di data preistorica fino all’Opera dei Pupi, caposaldo della tradizione teatrale siciliana. Qui la narrazione raggiunge il suo apice fondendo lo stile del teatro delle Ombre con la tecnica del “Cuntu”. II testo, alternando l'italiano accademico al siciliano, rende lode alla molteplicità dei registri linguistici del nostro dialetto, usato come mezzo di rimembranza da un anziano catanese o come stile specifico “recuperato” dell’Opera dei Pupi.  Savì Manna riesce a fondere insieme tradizione orale, di cui si perde rapidamente memoria, con una attenta raccolta di dati e informazioni provenienti dalla più accurata ricerca umanistica, riuscendo a far emergere un grido d’allarme verso le forme di comunicazione attuali che relegano i soggetti all’interno delle proprie case e appiattiscono le molteplicità delle forme linguistiche. La scena mette a fuoco tutta l’energia e la forza che il racconto di un anziano suscita in chi ascolta, con la sua capacità di andare a ritroso in un tempo sconosciuto ricco di visioni e di imprese. Come un bambino davanti al camino che brama i racconti del nonno, lo spettatore viene letteralmente immerso in un’atmosfera concentrata e divertita di ascolto, immergendosi in un passato fatto di imprese eroiche, di "ammazzatine" e conquiste con un unico denominatore che è quello dell’intrattenimento e della comunicazione fatto dalle persone per le persone. Nel testo alcuni momenti di autentico divertimento riportano di getto alla vita quotidiana, coinvolgendo il pubblico e stimolando una riflessione sul rapporto tra realtà e messa in scena. L’uso sperimentale delle luci che si alternano calde o fredde insiste su questo repentino passaggio da un passato ormai esistente solo nella memoria di pochi ad un presente identico per tutti.
Savi Manna,  inizia la sua attività di attore con la compagnia di artisti di strada “I Baternù”.collaborando poi   con la “bottega Cartura” con cui  produce e realizza alcuni spettacoli di marionette. Al 2005 risale la svolta professionale rappresentata dall'incontro con il drammaturgo, regista e attore Carmelo Vassallo, con lui debutta in 'Donna Nedda', interpretando poi il personaggio Cocimu in 'Lupo'.Ha inoltre collaborato con Gioacchino Palumbo, Roberta Torre, Flor de mal, Donatella Finocchiaro, Giovanni Calcagno, Alessandra Pescetta, CaneCapovolto ”.

Turi Marionetta - Castello Ursino - 16 e 19 sett 2013 - foto scena 2


Savi Manna nasce a Catania nel maggio del 1971.
Compie i suoi primi passi d’artista presso una compagnia teatrale amatoriale dell’hinterland catanese.
Successivamente arricchisce la propria esperienza artistica attraverso la collaborazione con la compagnia di artisti di strada “I Baternù”. Con essa partecipa attivamente a una serie di eventi organizzati dalla compagnia tra il 1997 e il 2004, vincendo nel 2000, il premio nazionale per giovani compagnie teatrali “Giacinta Pezzana”.
In seguito inizia una collaborazione tuttora attiva con la “bottega Cartura”, con cui fonda una compagnia di teatro di figura, e insieme alla quale produce e realizza alcuni spettacoli di marionette.
Al 2005 risale la svolta professionale rappresentata dall'incontro con il drammaturgo, regista e attore Carmelo Vassallo, con lui debutta in 'Donna Nedda', mentre un'altra importante tappa di questo percorso artistico consiste nell''interpretazione del personaggio Cocimu in un altro memorabile lavoro di Vassallo,  'Lupo', nel 2007.
Tra il 2008 e il 2009 allarga ulteriormente la  propria esperienza professionale con la partecipazione al duo cabarettistico “Sasà e Savì”, che lo vede coprotagonista in una serie di trasmissioni televisive locali.
Il 21 novembre del 2009, dopo nove mesi di intenso ed estenuante lavoro preparatorio, debutta con il monologo “Turi marionetta”, da lui interamente scritto, diretto e interpretato. Uno spettacolo incantevole e intenso, che restituisce allo spettatore suggestioni lontane. Un racconto affascinante su una storia che ci appartiene, fatta di marionette, pupi, pupari e cantastorie.
Partecipa al festival nazionali di corti teatrali, città di Catania, nel luglio del 2010, scrivendo, dirigendo ed interpretando il primo capitolo della sua prossima trilogia dal titolo “Importante, molto importante” vincendo due premi, uno come migliore drammaturgia e un altro consistente nella menzione speciale della Film Commission.
Il 21 ottobre del 2010, sempre col primo capitolo di “Importante, molto importante”, vince il primo premio “miglior corto” al Festival Potenza Teatro, concorso nazionale per drammaturgia breve.
Il 27 ottobre 2012 debutta nella sua amata città Catania con la sua piece teatrale Importante, molto importante. La trilogia.
Un opera d’autore su sesso, droga e rock & roll, e soprattutto sulla incomunicabilità tra i due sessi, “su quel varco riarso e invalicabile tra lui e lei” .
Diretto dalla regista Alessandra Pescetta il primo capitolo della suddetta trilogia diventa un corto cinematografico che lo vede sempre protagonista. Il breve film vince numerosissimi premi in prestigiosi festival di cinema internazionali.
Sempre nel 2012 è nel cast della fiction di punta di canale 5, Squadra antimafia 5 interpretando il ruolo di un poster.
Nel 2013 oltre ad una collaborazione con Ambrogio Sparagna all’Auditorium Parco della Musica di Roma in occasione di “Si Canta Maggio”, partecipa sia in veste di autore che di attore al lungometraggio The Nightless City della regista Alessandra Pescetta.

Vanta collaborazioni artistiche con Gioacchino Palumbo, Roberta Torre, Marcello Cunsolo, Donatella Finocchiaro, Giovanni Calcagno, CaneCapovolto Yves Bergeret. 
Suona il violino da più di diciotto anni rigorosamente d’autodidatta.
Ha curato numerose regie con attori diversabili.

Turi Marionetta - Castello Ursino -18 e 19 sett 2013 ore 21.00 - foto scena 3

Mercoledì 18 e giovedì 19 settembre 2013 ore 21,00
Castello Ursino - Piazza Federico di Svevia

"Turi Marionetta"marionette, pupi e cantastorie di Savì Manna.
Ideazione, regia e cura dei testi di Savì Manna
Scenografia: Salvo Pappalardo
Marionette: bottega Cartura
Zo Centro Culture contemporanee
Ingresso a pagamento


Percorsi d'autunno logo 3 resize