Ultima revisione:

5 maggio 2011

Tempo di lettura:


 
In occasione della Notte dei Musei, il Sindaco Raffaele Stancanelli  e  l'Assessore Marella Ferrera hanno promosso l'adesione della Città di Catania aprendo ai visitatori  il  MUSEO BELLINIANO

Ospitato all'interno del settecentesco palazzo Gravina-Crujllas, in Piazza San Francesco d'Assisi 3, nella casa ove nacque Vincenzo Bellini nella notte tra il 2 e il 3 novembre 1801, il Museo è stato inaugurato nel maggio del 1930 grazie al sostegno dei cittadini catanesi che contribuirono alla raccolta dei fondi per riacquistare l'appartamento dagli ultimi proprietari.

Contiene reperti che testimoniano il forte legame tra il musicista e la sua città, numerosi ritratti del Maestro, documenti e cimeli di vario genere: dal certificato di battesimo all'Onorificenza di Cavaliere  della Legio d'Onore conferita nel 1835 dal re di Francia Luigi Filippo d'Orleans, da un piccolo ritratto di Bellini eseguito da Maria Malibra ad una raccolta di partiture integrali, manoscritti (Adelson e Salvini, Bianca e Fernando, Il Pirata, La Straniera, Zaira, I Capuleti e i Montecchi, Sonnambula, Norma, Beatrice di Tenda, I Puritani e i Cavalieri, Ernani), compisizioni giovanili ed abbozzi.

Di notevole pregio la collezione di pianoforti ospitati al piano nobile del palazzo e comprendenti la cosiddetta "Spinetta del Nonno Vincenzo Tobia Bellini", un pianoforte verticale inglese del 1810, un pianoforte a coda tedesco appartenuto al fratello Mario, un pianoforte a tavolo austriaco del 1830 ed un pianoforte a coda siciliano appartenuto ad un cugino.

All'interno viene ospitata anche una ricca biblioteca che raccoglie una cospicua quantità di testi non unicamente inerenti la vita e le opere di Bellini ma anche di altri musicista italiani e stranieri.
Orario di apertura per la notte dei musei  dalle  ore 18,,00   alle ore 01,.00 

La Notte dei Musei a Catania, 2011