Ultima revisione:

4 aprile 2022

Tempo di lettura:

 Si porta a conoscenza che giorno 7  del mese di Aprile 2022 alle ore 9,30 presso i locali della Direzione Famiglia e Politiche Sociali sita in via Dusmet n.141, si terrà la seduta pubblica per la Procedura selettiva di proposte progettuali da finanziare con le risorse di cui al Fondo Povertà 2017 per interventi da gestire in convenzione ai sensi dell’art. 56 del D.Lgs 03/07/2017, n. 117,comma 1, mediante organizzazioni di volontariato che operano da almeno cinque anni nel territorio Distrettuale catanese e che si sono distinte in azioni di contrasto alla marginalità estrema e alla povertà.


Accogliendo le richieste di proroga al termine di chiusura, fissato al 28/01/2022, per la presentazione delle proposte progettuali da finanziare con le risorse di cui al Fondo Povertà 2017 per interventi da gestire in convenzione ai sensi dell’art. 56 del D.Lgs 03/07/2017, n. 117,comma 1, mediante organizzazioni di volontariato che operano da almeno cinque anni nel territorio Distrettuale catanese e che si sono distinte in azioni di contrasto alla marginalità estrema e alla povertà, stante l'evolversi della situazione epidemiologica da Covid 19, si proroga il termine di chiusura al 11/02/2022.


L’intervento prevede la presentazione di progetti volti a realizzare condizioni maggiormente favorevoli per tutte le persone che vivono in condizioni di estrema marginalità, a persone Senza Fissa Dimora che si trovino in situazioni di isolamento, malattia, disagio, discriminazione o ineguaglianza.
L’obiettivo principale del presente Avviso pubblico è quello di promuovere interventi, anche sperimentali e innovativi, che prevedano azioni idonee a contrastare la marginalità grave e a favorire l’empowerment e l’inclusione sociale.
I progetti dovranno essere proposti da organizzazioni di volontariato (aventi i requisiti di cui all’art.4 del D.Lgs. 117/2017) che operano sul territorio distrettuale almeno da cinque anni, e che si sono distinte in azioni di contrasto alla marginalità estrema e alla povertà. Sarà riconosciuto un importo massimo di euro 50.000,00 per singola iniziativa.

 

Approfondimenti:

  1. Avviso
  2. Istanza
  3. Proposta
  4. Piano