Ultima revisione:

24 marzo 2022

Tempo di lettura:

L’Amministrazione Comunale, allo scopo di raccogliere le disponibilità di alloggi per famiglie ucraine, ha attivato la mail: emergenza.ucraina@comune.catania.it in cui dovranno essere indicati nel modo più specifico possibile gli alloggi con il referente proprietario dell’abitazione.

Attivato anche il coordinamento unico della Protezione Civile comunale per il reperimento e la spedizione di beni di prima necessità con alcuni cittadini che hanno offerto aiuti per le popolazioni ucraine.
Un punto di raccolta di beni essenziali (cibo non deperibile/medicinali - indumenti nuovi - materiale sanitario) è attivo nella sede della Protezione Civile Comunale con sede in via Leopoldo Nobili 28, dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 14,00 alle ore 18,00 e sabato dalle ore 8,30 alle ore 12,00.

Protezione Civile Comunale Tel. 095484000 – 0957425148 per informazioni ed eventuali disponibilità alla raccolta a domicilio.
Link: https://www.comune.catania.it/informazioni/cstampa/default.aspx?cs=83176

Informazioni utili per l’ingresso dei profughi ucraini in Italia
https://www.interno.gov.it/it/info-utili-lingresso-dei-profughi-ucraini-italia

La Direzione comunale Famiglia e Politiche Sociali e gli Enti del Terzo Settore, insieme ai funzionari della Prefettura e agli assessori comunali con delega ai Servizi Sociali e alla Protezione Civile, hanno delineato le procedure di accoglienza della popolazione ucraina duramente colpita dal conflitto bellico, con regole prestabilite finalizzate alla tutela delle persone in arrivo.
Le strutture ricettive del privato sociale, presenti sul territorio, che hanno dato la disponibilità ad accogliere cittadini ucraini sono: Locanda del Samaritano, Cope, Cooperativa Sociale Mosaico, Associazione Meta Cometa, Associazione Spazio 47, Fondazione Ebbene, Refugees Welcome, Centro Astalli.
Cordoni umanitari saranno organizzati anche da Caritas, Croce rossa e Comunità Sant’Egidio; anche il Villaggio Turistico internazionale “La Playa” ha dato la disponibilità all’accoglienza.