Ultima revisione:

31 gennaio 2020

Tempo di lettura:

In merito all'ordinanza sindacale emanata per la sicurezza dei cittadini in occasione delle festività agatine,  per consentire i tradizionali fuochi d’artificio che accompagnano i vari momenti della festa, l’Amministrazione Comunale precisa che il provvedimento predisposto dal comandante del Corpo della Polizia Municipale riprende l’impostazione di analoga iniziativa del 2018, anch'essa fondata sulla Circolare del Ministero dell’Interno del 2001.  

Il sindaco Pogliese ha doverosamente varato gli atti necessari a garantire la tutela delle sicurezza, curando, con l’accortezza che la circostanza richiede, ogni singolo momento dell’accensione dei fuochi autorizzati e realizzati dal Comitato per le Agatine, recependo in tal senso le indicazioni del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica.  

Il limitato numero di nuclei familiari di via Lavandaie interessati al provvedimento, tra le ore 20 e le 21,00 circa del 3 febbraio, peraltro sono stati anche invitati dal primo cittadino a palazzo degli elefanti per assistere ai fuochi piro musicali.
Pertanto, si commentano da sole le interpretazioni strumentali circolate in queste ultime ore sull'ordinanza del sindaco Pogliese di divieto temporaneo negli immobili situati nei pressi dei luoghi dove si accendono i fuochi pirotecnici.    

Photo Fabrizio Villa

Photo Fabrizio Villa | http://www.fabriziovilla.it/ | https://fabriziovilla.photoshelter.com/ |