Ultima revisione:

24 febbraio 2009

Tempo di lettura:


 
“ Soddisfazione” è stata espressa dall’assessore  alla Pubblica Istruzione Sebastiano Arcidiacono “per l’inserimento, sebbene in extremis, di sette scuole catanesi nel piano di dimensionamento e razionalizzazione della rete scolastica che oggi è già depositato al Ministero della Pubblica Istruzione a Roma ”. 

Il tavolo tecnico, da cui è scaturito il piano, svoltosi presso l’assessorato regionale della Pubblica istruzione a Palermo, aveva in un primo tempo escluso le scuole catanesi. Soltanto un immediata richiesta, supportata da una delibera della Giunta Stancanelli e sostenuta con un ordine del giorno siglato da tutti i capi gruppo del Consiglio Comunale, ha permesso un riscontro positivo da parte della Regione e, in particolare, dell’ Assessore alla Pubblica Istruzione Antonello Antinoro.  Sette sono le verticalizzazioni ottenute e riguardano le scuole Caronda, Deledda, Montessori, Tempesta, San Giorgio, San Giovanni Bosco e Battisti. “Avremmo preferito -  afferma Arcidiacono- istituire nuove autonomie scolastiche ma il rispetto della norma non l’ha consentito. Il piano di  razionalizzazione della rete scolastica avrà un senso se accanto ai risparmi che ne deriveranno, ci saranno gli investimenti di cui la scuola ha bisogno per rendere un servizio di qualità”.

Dopo la firma da parte dell’assessore regionale Antinoro il piano di dimensionamento e razionalizzazione della rete scolastica è stato inviato al Ministero della Pubblica Istruzione a Roma.
FP