Z.F.U.

Zona Franca Urbana

Pubblicato il:

17 febbraio 2014

Ultima revisione:

1 luglio 2014

Zona Franca Urbana

Il  Comune di Catania, a seguito del   Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 10/04/2013, avente ad oggetto: condizioni, limiti, modalità e termini di decorrenza delle agevolazioni fiscali e contributive in favore di micro e piccole imprese localizzate nelle Zone Franche Urbane delle regioni dell'Obiettivo "Convergenza" pubblicato sulla G.U. n. 161 del 11.07/2013 è stato inserito tra le Zone Franche Urbane della Regione Siciliana.

Con la sottoscrizione del contratto del 28 ottobre 2009, dopo essersi classificato al primo posto in graduatoria,  il Comune di Catania ospiterà la Zona Franca Urbana nel quartiere di Librino.

Con recente decreto del Direttore Generale del Ministero dello Sviluppo Economico del  23 gennaio 2014 è stato adottato il bando per l'attuazione dell'intervento in favore delle micro e piccole imprese localizzate nelle Zone Franche Urbane (ZFU) della Regione Siciliana di cui al Decreto interministeriale del 10 aprile 2013.
Tale inserirmento comporterà  benefici di natura fiscale e  contributiva alle imprese Micro (meno di 10 occupati con non più di 2 milioni di fatturato) e Mini (fino a 50 persone o con meno di 10 milioni di euro di fatturato) già costituite e regolarmente iscritte nel Registro delle imprese alla data di presentazione dell'istanza. Possono accedere alle agevolazioni anche gli studi professionali e, più in generale, i professionisti purché svolgano la propria attività in forma di impresa e siano iscritti, alla data di presentazione dell'istanza di agevolazione, al Registro delle imprese, e la cui attività ricade all'interno dell'area individuata, i benefici sono:

  • esenzione delle imposte sui redditi: totale per i primi 5 anni, 60% nei seguenti 5 anni, 40% per l'11° e il 12° anno 20% dal 13 °  al 14° anno;
  • esenzione dell'Irap per 5 anni;
  • esenzione dell'Ici dal 2008 al 2012 per gli immobili di impresa siti nella zona;
  • esonero dal versamento dei contributi sulle retribuzioni del lavoro dipendente.

Relativamente a ciascuna Zona franca urbana, nel caso in cui l'importo delle agevolazioni complessivamente richieste dalle imprese ammesse sia superiore all'ammontare delle risorse disponibili, l'importo dell' agevolazione spettante a ciascuna impresa beneficiaria è determinato dal Ministero dello sviluppo econonlico moltiplicando l'importo dell'agevolazione richiesta dalla singola impresa per il rapporto tra l'ammontare delle risorse finanziarie disponibili per la Zona franca urbana e l'ammontare del risparmio d'imposta e contributivo complessivamente richiesto da tutte le imprese della Zona franca urbana ammesse ai benefici, tenendo conto delle riserve finanziarie di scopo. 

Le domande di accesso alle agevolazioni potranno essere presentate con decorrenza dalle ore 12:00 del 5 marzo 2014 e fino alle ore 12:00 del 23 maggio 2014, esclusivamente tramite procedura telematica accessibile nella sezione "ZFU Convergenza e Carbonia Iglesias" del sito istituzionale del Ministero dello Sviluppo economico (http://www.mise.gov.it/).
L'accesso alla procedura informatica prevede l'identificazione dell'impresa tramite codice fiscale e l'autenticazione tramite credenziali informatiche inviate all'indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) dell'impresa, come risultante dal Registro delle Imprese.
L'Amministrazione comunale ha l'obiettivo di promuovere lo sviluppo di Librino e della sua zona franca attraverso  le seguenti (principali) azioni:

  • animazione;
  • semplificazione iter burocratici;
  • realizzazione di servizi ed infrastrutture.

Approfondimenti

 

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Politica sui cookies