Letteratura

Letteratura

Pubblicato il:

9 luglio 2007

Ultima revisione:

1 luglio 2014


  • Vitaliano Brancati
    Laureato in lettere, insegnò all'Istituto magistrale di Catania, per trasferirsi in seguito a Roma. Nel dopoguerra collaborò come soggettista e sceneggiatore a numerosi film italiani.
  • Luigi Capuana
    Nacque a Mineo, in provincia di Catania, nel 1839 da una famiglia benestante di proprietari terrieri dominata dalle figure degli zii Antonio e Mimì, ebbe una giovinezza serena e una educazione alquanto tradizionale nel contesto della borghesia isolana.
  • Federico De Roberto
    Visse quasi sempre a Catania collaborando a giornali e a riviste; fu uno dei più fedeli amici del Verga di cui raccolse gli inediti.
  • Concetto Marchesi
    Concetto Marchesi insegnò nelle università di Messina, di Pisa, di Padova, di cui fu anche rettore: in tale qualità, nel 1943, lanciò un appello agli studenti incitandoli alla lotta contro il fascismo e i Tedeschi, onde fu costretto a riparare in Svizzera.
  • Nino Martoglio
    Nino Martoglio, spirito inquieto e avventuroso, esordì nel giornalismo pubblicando a Catania il settimanale umoristico D'Artagnan, interamente ideato e scritto da lui.
  • Mario Rapisardi
    Quando a ventiquattr'anni, nel '68, pubblicò la sua prima opera, La Palingenesi (poema in versi sciolti, che è un canto a Roma e vagheggia una riforma religiosa pacificatrice del mondo), lo chiamarono il vate; e la denominazione gli rimase.
  • Stesicoro
    Stesicoro, nato a Imera (tra Cefalù e Termini Imerese) o a Metauro (Locri di Calabria) verso il 638 a.C., morto a Catania verso il 555 a.C., fu l'inventore della poesia corale. Il vero nome era Tisia: Stesicoro è un soprannome che vuole dire ordinatore di cori.
  • Domenico Tempio
    Nacque il 22 agosto 1750 da Giuseppe, mercante di legna, e da Apollonia Arcidiacono. Terzo di sette figli, era stato destinato al sacerdozio e, a tale scopo, entrò nel seminario arcivescovile, che era a quel tempo la più importante scuola della città.
  • Giovanni Verga
    Giovanni Verga nacque a Catania il 31 agosto (o il 2 settembre) 1840,da Giovanni Battista Verga Catalano e da Caterina Di Mauro; la famiglia era originaria da Vizzini, centro agricolo della Sicilia orientale, ed era legata alla proprietà terriera e a un'educazione tradizionale.

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Politica sui cookies