L'Economia

economia

Pubblicato il:

11 marzo 2013

Ultima revisione:

1 luglio 2014

fotoIl tessuto economico della 4ª Circoscrizione nel Quartiere di San Giovanni Galermo è contraddistinto da un esiguo numero di strutture ricettive; numero, questo, che comunque appare equilibrato in un contesto di scarso dinamismo economico. Il numero delle unità economiche non permette di collocarla fra i primi posti della graduatoria in città però negli ultimi anni si è riscontrata una crescita delle attività commerciali al dettaglio e di punti di ristorazione e bazar. Pertanto, anche se una Municipalità siffatta fino a poco tempo fa lasciava piuttosto perplessi sulle sue future prospettive di sviluppo.

Oggi si intravede la concreta possibilità che il suo ruolo futuro possa essere quello di raccordo tra l'economia catanese e quella dei paesi etnei che su di essa gravitano. 

 Invece nel Quartiere Tappeto Cibali: c'è un pò di tutto, senza particolari emergenze; in genere prevalgono esercizi commerciali, per lo più di profilo medio o medio-basso.

fotoTra le dieci ex circoscrizioni, questa occupava il sesto posto per unità economiche presenti; ma questa posizione appare più critica se si considera la bassa incidenza del numero delle società di capitali sul numero risultante dalla somma delle società di persone e delle imprese individuali; indice, questo, di investimenti piuttosto modesti. Dominano le attività di commercio al dettaglio e all'ingrosso, seguite dalle imprese edili e di installazione di impianti, da attività del terziario nei servizi comuni, da imprese agricole, da ditte di trasporto e magazzinaggio, da officine e rivenditori di pezzi di ricambio.  Di scarso rilievo é la presenza di imprese del secondario, sia a livello artigianale che di piccola industria. Come tutte le altre ex circoscrizioni, comunque, anche qui sono presenti più quartieri: in particolare, Cibali, Santa Sofia e Trappeto Nord. Tre quartieri, questi, che presentano situazioni piuttosto variegate anche sul piano economico.

Quello di Cibali, ad esempio, appare come un quartiere dignitosamente borghese e piccolo-borghese, con attività economiche prevalentemente funzionali ai suoi abitanti, e che riesce, seppure occasionalmente, a svolgere un suo ruolo di attrazione di rilievo, grazie alle sue due importanti strutture ricettive: lo stadio ed il teatro "Stabile".

fotoTipicamente residenziale, e destinato per lo più alla media e medio-alta borghesia, è invece il quartiere di Santa Sofia, poco destinato a divenire un polo di attività economiche, almeno se si esclude l'auspicio che qui possano trovare posto strutture ricettive funzionali alle presenze della Città Universitaria e dell'annesso Policlinico. Più defraudato è il quartiere di Trappeto, per il rapporto tra densità della sua popolazione ed unità economiche, e per il suo collegamento a Catania tramite la stretta via Galermo, sbocco di una delle uscite della tangenziale ovest e regolarmente congestionata dal traffico.

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Politica sui cookies